I libri del mese

L’Agenda dell’Arte – In libreria

Alfabeto umano da le Heures de Charles d'Angoulême di Robinet Testard, XV secolo
, Bibliothèque nationale de France in Paris
 

Francesca Grego

26/04/2018

• Desmond Morris, Le vite dei surrealisti. Johan & Levi
Trentadue storie eccentriche raccontate da un testimone inaspettato: lo zoologo e divulgatore britannico Desmond Morris, che tutti conosciamo per i paralleli tra l’uomo e le scimmie, ma che come artista ha condiviso un cospicuo tratto di strada con il Movimento Surrealista.
Tra mille angoli di Parigi, luoghi incongrui come lo zoo di Londra e la Grande Mela agli albori dell’Espressionismo Astratto, Morris snocciola le avventure dei suoi irriverenti compagni: Mirò e Masson costretti da Hemingway a un fallimentare incontro di boxe, Salvador Dalì che in tenuta da palombaro, stecca da biliardo in resta e due levrieri al guinzaglio dà spettacolo davanti a centinaia di giornalisti, Giacometti che respinge Marlene Dietrich (e le sue 44 valigie) in favore di una prostituta, Roberto Matta che si fa marchiare a fuoco con il nome del marchese De Sade per entrare nelle grazie di Breton. Per andare avanti con i più improbabili episodi della vita di Max Ernst, Picasso, Duchamp...
Perché il Surrealismo, si sa, prima che un movimento artistico è uno stile di vita e, come diceva Matisse, “non si può spiegare, bisogna solo lasciarsene avvolgere”.
Disponibile su https://www.ibs.it.
 
• Palazzo Citterio verso la Grande Brera. Skira
Saluta lo storico ampliamento della Pinacoteca di Brera questo volume dedicato a Palazzo Citterio, l’edificio settecentesco nel cuore della vecchia Milano acquistato dallo Stato nel 1972 per ospitare le collezioni di arte moderna del museo. Negli ultimi 40 anni interruzioni dei lavori, battaglie legali, problemi finanziari e cambi di programma hanno caratterizzato il cammino del palazzo. Fino a questa primavera: dagli ambienti ipogei ai piani nobili, fino al cortile e al giardino, infatti, il gioiello di Brera è finalmente tornato a splendere.
In attesa di ammirarne la trasformazione in spazio espositivo, è possibile scoprirne in queste pagine le vicissitudini e le trasformazioni stratificate, dalle decorazioni dell’antica dimora alle eredità dei progetti che in epoca moderna l’hanno modificata in più riprese. Oltre ai contributi di chi ne ha seguito la parabola, dalla soprintendente Antonella Ranaldi all’architetto Amerigo Restucci, il volume presenta un ricco apparato fotografico, per osservare con i propri occhi le tappe di una lunga avventura.
Disponibile su http://www.skira.net.
 
• Alice Zannoni, L’arte contemporanea spiegata a mia nonna. NFC Edizioni
Due generazioni si confrontano nel segno dell’arte. A condividere con i lettori l’insolita conversazione con una nonna ultranovantenne tutta casa, chiesa e orto, è Alice Zannoni, critica d’arte, curatrice e fondatrice di SetUp Contemporary Art Fair.
Come spiegare a una persona distante anni luce dal suo lavoro che uno squalo conservato sotto formaldeide è un’opera d’arte? O che una scatoletta di latta con su scritto “Merda d’artista” è stata battuta all’asta per 275 mila euro? La nonna si rivela sorprendentemente aperta: afferma convinta che “tutte le cose del mondo sono arte” ed esprime apprezzamento per un’imbarazzante performance di Marina Abramovich e Ulay (Imponderabilia, 1977), che costrinsero i visitatori della Galleria d’Arte Moderna di Bologna a passare attraverso il ristretto varco tra i loro corpi nudi.
Nel dialogo tra due donne diverse per età, sensibilità e formazione, scorrono riflessioni e aneddoti illuminanti sulla natura dell’arte degli ultimi 100 anni: dal ready made all’installazione, da Marcel Duchamp a Damien Hirst, passando per Lucio Fontana o Mark Rothko.
Disponibile su http://www.agenzianfc.com.
 
Leggi anche:
• Palazzo Citterio si svela alla città
• Verso la Grande Brera: in arrivo 26 capolavori del Novecento

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >