Appuntamento con la Pop Art giapponese dal 9 luglio al 31 agosto

Takashi Murakami e la Pop Art made in Japan in mostra a Capri

Takashi Murakami, Tokyo Tower, tecnica mista su carta 68x68 cm. Courtesy of Nora 
 

Samantha De Martin

19/05/2017

Napoli - Un buffo personaggio con i sandali, simile a un cartone animato, osserva da lontano l'imponente torre di Tokyo in compagnia di simpatici pupazzi, mentre un aereo sfreccia in un cielo azzurrissimo.
È il ritratto caricaturale che Takashi Murakami fa di se stesso, realizzando un'opera dominata dal colore, ma che sottende il disagio di una generazione, espresso attraverso il contrasto tra la brillantezza del disegno e l'effetto di piattezza che spiazza lo spettatore.
Tokyo Tower è una delle opere che l'artista giapponese, tra i più noti nel panorama internazionale, ha scelto di esporre a Capri, in occasione della mostra Murakami. Jap Pop in Capri che dal 9 luglio al 31 agosto porterà sull'isola partenopea i colori sfavillanti di uno dei più influenti rappresentanti della cultura nipponica.

A presentare le venti serigrafie che descrivono il percorso dell'artista nella cui arte convergono la pittura giapponese tradizionale e la cultura pop, l'esperienza estetica Superflat il fenomeno Otaku - che definisce tutti gli appassionati di manga - sarà la Galleria Andrea Ingenito Contemporary Art (AICA).
Torna dunque a investire nell'arte Pop la galleria AICA dopo il successo ottenuto, lo scorso anno, con la mostra Andy Warhol. Summer Pop Capri.

Fiori e disegni, paffuti pupazzi e colori brillanti portano a Capri il mondo del pittore capace di dar voce, oltre che colore, alle subculture del Sol Levante. Ma il mondo colorato dell'artista appassionato di manga, seppur animato e vivace, sembra essere costantemente assorto in riflessioni che evocano morte e distruzione, turbamenti, ossessioni, perversioni.

Le opere di Murakami obbediscono all'estetica del Superflat, un effetto “super piatto” che annienta ogni prospettiva, catturando lo sguardo di uno spettatore straniato.

Protagonista di un'altra opera in mostra a Capri è Mr.Bob che in And then, and then, and then, and then, and then sposa la filosofia dell'estetica Hawaii e assurge a metafora del popolo giapponese postmoderno, di una società infantile, incapace, secondo l'artista, di superare la sconfitta subita nella Seconda Guerra Mondiale.

Accanto alle opere di Murakami, l'esposizione accoglierà alcuni lavori di giovani rappresentanti del pop giapponese, che traggono ispirazione dal maestro nipponico.

Leggi anche:


• Kirakirà: lo scintillante mondo di Takashi Murakami

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >