Conegliano | Palazzo Sarcinelli | Dal 12 giugno all'8 dicembre 2020

Un inno alla natura e alla libertà in mostra a Conegliano,  Giandomenico Romanelli e Franca Lugato esplorano il tema della montagna a partitre dal'immaginario artistico di metà Ottocento.

Il Racconto della Montagna nella pittura tra Ottocento e Novecento a Palazzo Sarcinelli di Conegliano offre un viaggio ad alta quota per riscoprire l'incanto senza tempo delle Dolomiti.

La rassegna, promossa dal Comune di Conegliano e da Civita Tre Venezie, con il patrocinio della Regione del Veneto e della Fondazione Cortina 2021 e la collaborazione della sezione del CAI di Conegliano e della Società Alpina delle Giulie di Trieste, svela un percorso inedito tra le vette da sogno dei cosiddetti Monti pallidi, raccontando storie di avventura e passione sulla scia della fascinazione esplosa tra Ottocento e Novecento per la montagna.

Dalle prime scalate dei pionieri dell'apinismo alle folgorazioni della pittura, della pubblicistica e della cartografia, dalla costituzione dei primi club alpini agli scritti e agli studi ad oggi ancora poco noti sull'affacinante mondo delle montagne Patrimonio Naturale dell'Unesco.

Leggi anche:
Il Racconto della Montagna nella pittura tra Ottocento e Novecento
 

FOTO


Il Racconto della Montagna nella pittura tra Ottocento e Novecento

Ambito italiano, Dolomiti, 1910-1925 circa, Cromolitografia, 88 x 116 cm, Inv. 05347 9Bc, Treviso, Museo Nazionale Collezione Salce, Polo Museale del Veneto | Courtesy Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo
Ambito italiano, Dolomiti, 1910-1925 circa, Cromolitografia, 88 x 116 cm, Inv. 05347 9Bc, Treviso, Museo Nazionale Collezione Salce, Polo Museale del Veneto | Courtesy Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo
   
 
  • Ambito italiano, Dolomiti, 1910-1925 circa, Cromolitografia, 88 x 116 cm, Inv. 05347 9Bc, Treviso, Museo Nazionale Collezione Salce, Polo Museale del Veneto | Courtesy Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo
  • Sandro Bidasio Degli Imberti (detto Sabi), Misurina, 1949 circa, Riproduzione fotomeccanica, 100.2 x 69 cm, Inv 17999 5Bc, Treviso, Museo Nazionale Collezione Salce, Polo Museale del Veneto | Courtesy Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo
  • Napoleone Cozzi, Dal taccuino Prealpi Clautane, Pag. 12, 1902, Acquerello su carta, Trieste, Società Alpina delle Giulie Sezione di Trieste del C.A.I
  • Giovanni Salviati, Cime di Lavaredo, Padova | Courtesy Galleria Nuova Arcadia di L. Franchi
  • Edward Theodore Compton, Cortina, Collezione privata, Treviso
  • Edward Theodore Compton, Paesaggio delle Dolomiti, 1872-1882, Olio su tela, 149.6 x 93.2 cm, Inv. MG-690, Zagabria, Moderna Galerija
  • Ugo Flumiani, Grotte di San Canziano. La Grotta Michelangelo, Primo quarto XX secolo, Olio su tavola, 97 X 62.5 cm, Trieste, Società Alpina delle Giulie Sezione di Trieste del C.A.I
  • Napoleone Cozzi, Dal taccuino Piccola Cima de Lavaredo, Pag. 20, 1898, Acquerello su carta, Trieste, Società Alpina delle Giulie Sezione di Trieste del C.A.I
   

COMMENTI

VEDI ANCHE


I simboli di Previati, il Maestro che guardava al futuro foto | Ferrara | Castello Estense | Fino al dicembre 2020 I simboli di Previati, il Maestro che guardava al futuro Ferrara onora Gaetano Previati con una grande mostra dedicata alla sua opera, alchimia artistica tra Simbolismo e Futurimo a cavallo tra due secoli.   Yves Klein. Les éléments et le couleurs foto | Mondo | Domaine des Etangs di Massignac | Dal 25 giugno 2020 al 29 gennaio 2021 Yves Klein. Les éléments et le couleurs Una rara opportunità per scoprire, attraverso una visione trasversale e tematica, l'opera di Yves Klein, precursore di molte Arti.   Aquileia. Patrimonio dell'Umanità foto | Aquileia. Patrimonio dell'Umanità Aquileia. Patrimonio dell'Umanità Alla scoperta dei tesori del sito UNESCO di Aquileia, la città friulana con 2200 anni di storia.   HIC SUNT LEONES o del paradosso dietro l'angolo foto | Roma | WeGil | dal 22 luglio al 31 agosto 2020 HIC SUNT LEONES o del paradosso dietro l'angolo Nel cuore dell'estate romana di un'annata epocale, Max Papeschi si ritrova ad innescare un puntualissimo cortocircuito spaziotemporale.   Caravaggio, il trionfo della bellezza foto | Le opere più belle di Michelangelo Merisi Caravaggio, il trionfo della bellezza La luce, l'intensità, la natura e gli uomini.   Elliott Erwitt. Icons foto | Rome | WeGil | Dal 18 maggio al 12 luglio 2020 Elliott Erwitt. Icons Riapre a Roma il 18 maggio 2020, con proroga fino al 12 luglio, la mostra dedicata ad uno dei più grandi Maestri della fotografia contemporanea.   Tiziano, un secolo di capolavori foto | Tiziano Tiziano, un secolo di capolavori Le mille sfumature del Cinquecento nei capolavori di Tiziano.   Da Il bacio di Klimt a Il bacio di Hayez, l'amore nell'arte foto | Viaggio nell'arte e nell'amore Da Il bacio di Klimt a Il bacio di Hayez, l'amore nell'arte Da Klimt, a Hayez, Rodin e Caravaggio. Quando l'arte incontra l'amore.   Giambattista Piranesi. Architetto senza tempo foto | Bassano del Grappa | Palazzo Sturm | Dal 20 giugno al 19 ottobre 2020 Giambattista Piranesi. Architetto senza tempo La città di Bassano del Grappa celebra con una grande mostra il terzo centenario della nascita del massimo protagonista dell’incisione veneta del Settecento.   Tra i Capolavori delle Gallerie dell'Accademia di Venezia foto | Riapertura delle Gallerie dell'Accademia di Venezia Tra i Capolavori delle Gallerie dell'Accademia di Venezia Breve viaggio tra alcuni dei capolavori custoditi alle Gallerie dell'Accademia di Venezia: un tesoro da riscoprire.   Canova a Roma e l'immortalità del genio foto | Museo di Roma | Fino al 21 giugno 2020 Canova a Roma e l'immortalità del genio Riaperture: una mostra evento dedicata al legame di Antonio Canova con la Città Eterna.   Dopo Caravaggio foto | Prato | Museo di Palazzo Pretorio | Dal 14 dicembre 2019 al 6 gennaio 2021 Dopo Caravaggio Riapre Palazzo Pretorio a Prato: in mostra un'approfondita ricostruzione delle vicende storiche delle opere e dell’interesse del collezionismo toscano per la pittura napoletana del Seicento.