Dal 12 al 18 aprile sul piccolo schermo e online

Da Botticelli e Goya a un Michelangelo privato, la settimana dell'arte in tv

Sandro Botticelli, Nascita di Venere, 1483-1485, Tempera su tela, 172.5 x 278.9 cm, Firenze, Galleria degli Uffizi
 

Samantha De Martin

12/04/2021

Quale segreto si nasconde dietro i dipinti di Botticelli, l’artista dimenticato per secoli subito dopo la morte? E che relazione esiste tra il maestro della Primavera e l'avventura creativa di ORLAN, artista francese singolare e controversa, o quella del newyorkese Michael Joaquin Gray?
A questa e ad altre domande risponderà il documentario in prima visione Botticelli, la bellezza eterna in onda questa settimana su Art Night, uno dei tanti appuntamenti con l’arte nell’agenda televisiva che terrà compagnia al pubblico da casa da lunedì 12 a domenica 18 aprile.
Mentre le sale dei musei continuano a rimanere spente per contenere i rischi della pandemia, la bellezza corre veloce sul piccolo schermo. Dai misteri di Caravaggio ai capolavori di Goya, ecco gli appuntamenti da non perdere.

Su Sky Arte con Goya e i misteri di Caravaggio
Quando si parla di Caravaggio il pubblico esulta, soprattutto se a finire sotto i riflettori è il ritrovamento di una presunta opera realizzata dal Merisi dopo quattro secoli di oblio. Si tratta del dipinto con Giuditta e Oloferne, emerso da un’abitazione privata non lontano da Tolosa e attribuito, nel 2016, al pittore milanese. L’attribuzione ha sollevato parecchi dubbi, mentre il mondo dell’arte si è interrogato sulle effettive origini dell’opera. Martedì 13 aprile, attraverso un'accattivante indagine sul mercato dell'arte, il film Il Caso Caravaggio approfondisce l'eccezionale storia di questo dipinto.
A condurre il pubblico sulle tracce del tormentato genio di Michelangelo Buonarroti, il maestro della Cappella Sistina, sarà invece, mercoledì 14 alle 17.30, Michelangelo - Il cuore e la pietra. Un Michelangelo privato, quello delle lettere e dei disegni, si farà strada tra passioni e tormenti, nel racconto di Giancarlo Giannini che ripercorre le tappe fondamentali del suo percorso personale e artistico.
Dalla pittura alle sfide architettoniche di Brunelleschi, al centro, giovedì 15 aprile, del documentario Le Grandi Cupole del Mondo, con cui Sky Arte celebra l’anniversario di morte dell’architetto.
Lo spettatore seguirà le creazioni di Brunelleschi, ne apprezzerà lo sforzo ingegneristico, lo studio e l'ispirazione classicistica che hanno dato vita alla superba cupola di Santa Maria del Fiore. Il viaggio, dall’antichità a oggi, prosegue da Roma a Istanbul, dall’Inghilterra alla Germania, dagli Stati Uniti all’India, tra bellezze antiche, come la basilica di San Pietro, e meraviglie moderne, come le cupole geodetiche di Buckminster Fuller, o quella del Reichstag di Berlino ideata da Norman Foster.


La cupola di Santa Maria del Fiore a Firenze, 1420-1436, Filippo Brunelleschi | Foto: © pcdazero via Pixabay

Il giovedì di Sky prosegue, in prima serata, con un altro affascinante appuntamento tutto al femminile. In prima visione per la serie “Relazioni Pericolose” andrà in onda uno speciale dedicato a Claude Cahun E Marcel Moore, un viaggio nella vita di donne resistenti, lesbiche, surrealiste, unite, con i loro destini eroici, nella vita e nella morte.
La settimana dell'arte in tv volge al termine, venerdì 16 aprile, con Goya. In occasione dell’anniversario di morte dell’artista gli spettatori avranno un accesso esclusivo alla mostra Goya: the Portraits, svoltasi alla National Gallery di Londra. Questo avvincente ritratto accompagna gli appassionati tra gli aspetti pubblici e privati della vita dell’artista, dalle prime commissioni alle opere più intime dipinte durante il suo “esilio autoimposto '' in Francia negli anni Venti dell'Ottocento, tra quei ritratti che rivelano la straordinaria abilità nel catturare la psicologia dei suoi modelli.

Leonardo e Botticelli protagonisti sui canali Rai
Mentre il martedì di Rai1 è tutto incentrato sulla quarta e ultima puntata di Leonardo, la serie evento che per la prima volta tenta di svelare il mistero dell’uomo nascosto dietro al genio, il venerdì di Rai5 fa rima con Art Night.
Questa settimana il programma di Silvia De Felice, di Massimo Favia e Marta Santella, per la regia di Andrea Montemaggiori, ci accompagna alla ricerca della bellezza con il documentario di Grit Lederer, Botticelli, la bellezza eterna,  prodotto da Medea Film per RBB e Arte. Il pubblico potrà scoprire le influenze che il padre della celebre Venere e della Primavera ha esercitato su artisti di tutto il mondo, anche a distanza di secoli. Qual è il segreto dei suoi dipinti? Perché è stato dimenticato per secoli subito dopo la sua morte? Com'era effettivamente la vita di Botticelli? si chiede il racconto, muovendosi tra gli archivi del Museum of Modern Art di New York e quelli del Kupferstichkabinnet di Berlino, che conserva opere mostrate raramente al pubblico.


Sandro Botticelli, Allegoria della primavera, Galleria delle Statue e delle Pitture degli Uffizi, Inv. 1890 n. 8360

Basta rimanere su Rai5 per esplorare, dopo Botticelli, il pensiero, l’arte, l’opera totale di Gillo Dorfles commentata dallo storico dell'arte Vincenzo Trione. Gillo Dorfles, essere nel tempo è un lungo racconto autobiografico in prima persona e attraverso le voci di amici e studiosi per conoscere da vicino questa figura chiave di critico e pensatore del XX secolo.

Su NEXO+ storia e misteri di Notre Dame
Era il 15 aprile 2019 quando le fiamme, sprigionatesi da un’impalcatura, avvolgevano la cattedrale di Notre Dame a Parigi, infliggendo a tutto il mondo un drammatico colpo al cuore. A due anni da quel devastante incendio, Notre-Dame de Paris – La costruzione di una meraviglia, un documentario di Emmanuel Blanchard, ripercorre la storia della cattedrale che, a partire dal Medioevo, non ha mai smesso di trasformarsi.
Otto secoli di passione, talento, sangue, distruzione e rinascita si snodano in un coinvolgente racconto che, attraverso l'animazione 3D, ripercorre le diverse tappe della costruzione del monumento svelandone i segreti.
L’appuntamento è, a partire da giovedì 15 aprile, su NEXO+.
Il viaggio alla scoperta di Notre Dame sarà arricchito di filmati esclusivi e interviste di scrittori (come Ken Follett), storici, scienziati, architetti e ingegneri.
NEXO+ è la piattaforma On Demand ideata da Nexo Digital. L’abbonamento mensile costa 9,99 € al mese. Clicca qui per maggiori informazioni.


Immagine promo Notre-Dame de Paris – La costruzione di una meraviglia | Courtesy NEXO+

Su Netflix colpo grosso al museo
Il furto d’arte più costoso della storia degli Stati Uniti si svela su Netflix. Era la notte del 18 marzo 1990 quando due ladri camuffati da poliziotti penetrarono tra le mura dell’Isabella Stewart Gardner Museum di Boston per compiere uno dei furti più singolari della storia dell’arte. Il bottino? Tre tele di Rembrandt, uno dei 34 dipinti di Jan Vermeer giunti fino a noi, ma anche dipinti e disegni di Degas, Flinck e Manet, nonché un pinnacolo e un vaso rituale cinese.
A ricostruire il furto - un valore di complessivo di 500 milioni di dollari - è un documentario in quattro puntate girato dai fratelli Nick e Colin Barnicle, nativi di Boston, che in giovinezza hanno vissuto da vicino il clamore della rapina.
This is a Robbery: the World’s Biggest Art Heist - questo il titolo della serie disponibile su Netflix - è un avvincente viaggio tra ipotesi, indagini e false piste che seguirono a quella misteriosa notte.


Jan Vermeer, Concerto a tre, 1666-67 I Johannes Vermeer, Public domain, via Wikimedia Commons


 Leggi anche:
• Questa è una rapina: il colpo più grosso della storia dell'arte si svela su Netflix
• Il tempo libero cambia pelle con NEXO+. Intervista a Franco di Sarro
• Su NEXO+ Renoir e la bambina con il nastro blu, il racconto avvincente di un capolavoro bandito


COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >