Dal 21 al 27 giugno sul piccolo schermo

La settimana in tv, da Pistoletto e Monet al giovane Picasso

Claude Monet, La Passerella Giapponese e la Piscina di Ninfee, Giverny, 1899, Olio su tela, Musée d'Orsay, Paris
 

Samantha De Martin

21/06/2021

Dalle 88 candeline di Michelangelo Pistoletto alle vicende giovanili di Picasso, il precoce prodigio che a soli otto anni dipinse la sua prima corrida, un nuovo palinsesto all’insegna della grande arte si appresta a colorare il piccolo schermo.
Nella settimana inaugurata dal solstizio d'estate non poteva che essere la luce la grande protagonista dell'agenda dell'arte in tv. Dalle atmosfere brillanti di Monet alla potenza del gotico, ecco gli appuntamenti da non perdere su Sky Arte, Rai Storia, ARTE tv, Rai 5.

Sky festeggia Pistoletto con un docufilm in prima visione
La settimana firmata Sky inizia con Maledetto Modigliani, il documentario scritto da Valeria Parisi e Arianna Marelli dopo un approfondito periodo di studio sulle tracce dell’artista di Livorno (lunedì 21 giugno alle 15.30).
Quando incontra Modì, Jeanne, una giovane pittrice da poco iscritta all’Accademia, ne ripercorre la vita, dall’odiato e stimato Picasso, a Cocteau, Max Jacob, André Salmon, fino ai fraterni Brancusi e Soutine, protagonisti di quella Parigi bohémienne dei primi anni del Novecento.

Dalla vita turbolenta di Modigliani a quella, altrettanto travagliata, di Frida Kahlo. L’icona pop, simbolo per tutte le donne, l’artista rivoluzionaria e libera nonostante le costrizioni di un corpo martoriato dalle conseguenze del drammatico incidente in autobus, sbarca in tv lunedì 21 giugno alle 19.45, protagonista di Frida – Viva la Vida.


Bernard Silberstein, Diego Rivera osserva Frida Kahlo mentre dipinge un autoritratto, 1940 circa, Cincinnati Art Museum, Gift of the Artist, 1986.570, © Edward B. Silberstein. Courtesy Nexo Digital

C’è tutto in questo docufilm diretto da Giovanni Troilo: amore, morte, radici, bellezza, ma soprattutto la potenza di quelle opere che André Breton paragonava a “un nastro intorno ad una bomba”, pronte a colpire con la deflagrazione di un’anima impregnata di dolore fisico e impegno politico, aborti e delusione per l'amore tradito.
Il pubblico è invitato a gustare un racconto cinematografico che procede secondo più piani narrativi, lungo i binari di un ossimoro profondo, riconoscendo i fantasmi che una piccola donna di nome Frida prova a esorcizzare ritraendo il dolore con pennellate intrise di pittura e lacrime.

L’epopea artistica di Claude Monet, accanto alle sue ninfee, uno dei soggetti più studiati e amati dal pittore francese, brilla invece in tv con Le Ninfee di Monet ‒ Incantesimo di acqua e luce, in onda su Sky Arte mercoledì 23 giugno alle 17.15. Accanto alla magia sconfinata e sinuosa dell’acqua, il paesaggio allaga lo schermo trasformando ogni immagine in movimento in un’ intensa e vibrante pennellata di colore. In compagnia dell’attrice Elisa Lasowski, voleremo a Parigi, tra il Musée Marmottan, l’Orangerie e il Musée D’Orsay, per poi raggiungere il giardino di Giverny dove l’artista trascorse i suoi ultimi anni di vita mettendo a punto la Grand Décoration, la sua impresa forse più colossale.


Claude Monet, Ninfee, 1916-1919 | Courtesy of Nexo Digital

Lasciamo l’Impressionismo per scandagliare le radici cubiste. Chi era Picasso prima di diventare l’artista conosciuto in tutto il mondo? A svelarcelo è Phil Grabsky nel docufilm Il giovane Picasso, in onda giovedì 24 giugno alle 18.45.
Il precoce artista di belle promesse aveva soli otto anni quando, a Malaga, realizzò il suo primo dipinto che ritraeva una corrida. Avvalendosi della partecipazione straordinaria di Olivier Widmaier Picasso, nipote dell’artista, e del contributo di storici dell’arte e curatori, oltre che delle lettere scritte dal pittore ad amici ed amanti, il film conta sulla collaborazione di cinque grandi istituzioni museali europee: il Museo Picasso e la Fundación Picasso-Museo Casa Natal di Malaga; il Museu Picasso de Barcelona, che conserva la più ampia collezione dei suoi primi lavori; il Museu Nacional d’Art de Catalunya, e il Musée national Picasso di Parigi.


Michelangelo Pistoletto, Venere degli stracci, 1967, Rivoli, Museo d’Arte contemporanea del castello di Rivoli

La settimana di Sky volge al termine con una prima visione dedicata, venerdì 25 giugno alle 21.15, a Michelangelo Pistoletto che, proprio il 25 giugno, spegne 88 candeline. Michelangelo Pistoletto - artista a responsabilità illimitata invita a scoprire la carriera del pittore biellese, protagonista della corrente dell’Arte povera.Un percorso artistico che pur vivendo nel futuro, guarda con ammirazione al rinascimento.
Conclude la settimana un inedito Joan Mirò, al centro de Il fuoco interiore, un documentario che, avvalendosi di testimonianze inedite, svela alcune delle sfaccettature meno familiari del pittore surrealista.

Su Rai 5 da Chiusi a Montecristo
Avete mai sentito parlare del tesoro del lucumone Porsenna? Ha a che fare con Chiusi ed è uno dei protagonisti della prossima puntata di “Art Rider”, in onda venerdì 25 giugno alle 21.15. Dopo lo straordinario successo della prima serie, sul piccolo schermo e online su Rai Play, del format che svela i luoghi d’arte più intriganti e meno noti della penisola, il viaggio del giovane archeologo Andrea Angelucci prosegue alla scoperta di nuove inesplorate bellezze, da Chiusi a Montecristo.
Il dinamico art rider partirà dalla cittadina in provincia di Siena mettendosi sulle tracce degli Etruschi, che i nemici greci descrivevano come come pirati crudeli, superstiziosi cultori di arti divinatorie e incalliti libertini, dediti ai piaceri più smodati. Andrea partirà poi alla volta dell'isola che, secondo lo scrittore Dumas, accoglieva un altro tesoro, quello di Montecristo.



Andrea Angelucci è il conduttore di "Art Rider", la serie tv in onda su RAI 5 

Su Rai Storia i falsari del Novecento
Chi sono e come operano i falsari? Mercoledì 23 giugno alle 7.40 Italia Viaggio nella bellezza - un itinerario tra i gioielli, più o meno noti della penisola - accompagnerà il pubblico nella bottega dei falsari del Novecento, tra personaggi che vivono nell'ombra, un mix di genio, narcisismo, ambizioni.

Il gotico protagonista su ARTE tv
Ad esser dipinto non è solo ciò che è visibile agli occhi, ma anche quello che vede la mente. Ad insegnarcelo è lo stile gotico che prese piede in Europa, nel tardo Medioevo, dando vita a capolavori indiscussi, in un’epoca in cui la scoperta del mondo era esclusivamente affidata all’arte. Questa iconografia innovativa guida il pubblico alla scoperta de Il genio dell’arte gotica, documentario disponibile su ARTE tv fino al 2 maggio 2022.

 Leggi anche:
• Alla scoperta dei capolavori nascosti con l'art rider Andrea Angelucci

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >