PREZIOSO QUOTIDIANO

Tesori russi
 

26/02/2004

Quasi trecento opere comprese in un arco cronologico che va dal XVII al XIX secolo, sono i protagonisti della mostra dal titolo ‘Prezioso quotidiano. Tesori della vita russa’, allestita presso le gallerie del Palazzo Leoni Montanari di Vicenza dal 26 maggio al 28 ottobre 2001. L’esposizione temporanea che mira ad approfondire la conoscenza dei legami culturali, storici e spirituali fra Occidente e Oriente, si pregia di opere della cultura materiale russa: dipinti, tessuti ricamati, oggetti in legno, in metallo, ceramiche, monili, abiti femminili appartenenti ad un’area geografica molto estesa, con particolare riferimento alle regioni settentrionali e ricreano dentro il palazzo un suggestivo percorso di ricerca delle variegate componenti della civiltà e della vita tradizionale russa, nei suoi ritmi ciclici vitali e stagionali, nella ricerca della bellezza decorativa della casa, nella delicata poesia della donna, nell’amore per la festa e per i passatempi. Dopo la mostra dell’anno scorso sulle preziose icone del Museo statale russo di San Pietroburgo, questo secondo progetto espositivo intende approfondire il panorama della cultura e i molteplici aspetti della vita e civiltà russa. L’esposizione volge lo sguardo verso la realtà quotidiana in cui si inseriscono le icone; l’attenzione è incentrata sulla vita di ogni giorno con cui la parentesi devozionale convive, dialoga e dove si confronta con oggetti della vita terrena e materiale, espressione di quell’arte profana e secolare che racchiude forse il segreto delle chiavi che custodiscono l’anima russa. Il visitatore è condotto lungo un percorso espositivo che si snoda fra le sale del piano terra della splendido Palazzo Leoni Montanari destinate alle mostre temporanee, per proseguire nelle sale barocche del piano nobile. Grazie anche all’ausilio di un semplice ma efficace apparato illustrativo, le opere in continuo confronto fra le espressioni popolari e quelle dell’ambiente borghese e nobiliare, riportano alla memoria le atmosfere descritte nella grande letteratura russa dell’Ottocento ed evocano momenti caratteristici della vita tradizionale: il tempo dell’intimità domestica dentro l’izba contadina; il tempo dedicato all’impreziosimento dei luoghi e degli oggetti personali; il tempo della devozione davanti alle piccole icone dell’angolo bello; il tempo del viaggio e degli spostamenti su imponenti slitte; il tempo del gioco che libera le passioni più sfrenate. Negli oggetti domestici – in cui prevalgono il rosso e l’oro, i fiori, foglie e frutti che si intrecciano a motivi fiabeschi di animali parlanti, nel tentativo di impreziosire la quotidianità attraverso la ricerca costante della bellezza - dal corredo ricamato della sposa, ai samovar, alle suppellettili per i banchetti, ritorna continuamente questo riferimento alla comunità. La mostra non si presenta come una semplice rassegna di opere etnografiche, bensì come una proposta che trascende la forma e l’intrinseco valore estetico degli oggetti per scoprire l’anima della vita russa e i sentimenti universali che avvicinano le culture. Gallerie di Palazzo Leoni Montanari Contrà Santa Corona, 25 VICENZA Tel. 800.578875 Orari Apertura: da Mercoledì a Domenica dalle 10.00 alle 18.00 Ingresso L. 10.000-Ridotto L. 7.000

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >