Roma mostra i suoi tesori nascosti

Shutterstock | Roma, Villa Borghese
 

21/06/2012

Roma - "Cose mai viste, cose nascoste" è il titolo dell'iniziativa promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico-Sovraintendenza ai Beni Culturali di Roma Capitale. Il progetto è stato pensato per avvicinare il pubblico alle testimonianze meno note e ai monumenti meno esposti alla pubblica ammirazione, ma comunque rilevanti dal punto di vista estetico, culturale e storico e importanti per l’approfondimento della conoscenza della città: dalle fotografie antiche dell’Archivio Fotografico appositamente estratte dalle cassettiere del Museo di Roma in Palazzo Braschi, alle preziose testimonianze scultoree di Villa Borghese, ai reperti archeologici, medioevali e seicenteschi che documentano la straordinaria storia di Villa Doria Pamphilj nel museo di Villa Vecchia.Vvenerdì 22 giugno e sabato 23, l'appuntamento è alle ore 10,30 per una visita al Museo Pietro Canonica: "Il deposito di sculture di Villa Borghese presso il museo Pietro Canonica: storia delle collezioni dal Seicento ai giorni nostri" è il tema della visita a cura di Angela Napoletano e Sandro Santolini (max 30 persone). La prenotazione allo 060608 è obbligatoria. La visita è inclusa nel biglietto di ingresso al museo.

Il 10 luglio si chiude in bellezza a Palazzo Braschi con “La Resurrezione di Lazzaro” di Caravaggio recentemente restaurato e finora mai visto a Roma. Incontro alle ore 17,15.

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >