War, Capitalism & Liberty. Opere dell’artista conosciuto come Banksy

Opera di Banksy

 

Dal 22 Novembre 2019 al 20 Marzo 2020

Genova

Luogo: Palazzo Ducale

Indirizzo: piazza Matteotti

Sito ufficiale: http://www.palazzoducale.genova.it


Comunicato Stampa:
Guerra, capitalismo e libertà sono i temi di attualità indagati in questa mostra attraverso le opere dello street artist di fama internazionale noto con il nome di Banksy. La mostra, curata da Stefano Antonelli e Gianluca Marziani,  include dipinti, stampe a tiratura limitata, sculture e oggetti rari, molti dei quali saranno esposti per la prima volta.                                                                                                             
L’esposizione è arricchita da un’infografica sulla cronologia dell’artista, ampie schede storiche sulle opere con documentazione fotografica, testi a muro con sue citazioni da libri, i «black books» originali, poster originali di sue mostre, banconote contraffatte, palloncini «I am an imbecile» usati a Dismaland e alcuni video.
Banksy è uno degli artisti allo stesso tempo più discussi e acclamati dei nostri tempi. Le sue potenti immagini e i messaggi provocatori hanno attirato un pubblico internazionale fin dalla sua comparsa sulla scena artistica alla fine degli anni ’90. La sua opera è un misto di umorismo e profonda umanità. Creata per il grande pubblico,  riesce a dare voce a tutti coloro che fanno parte, e/o che sono esclusi, dalla società e i cui bisogni restano spesso inespressi o inascoltati. Street artist, i suoi mezzi artistici spaziano dalla tela alla serigrafia, dalla scultura a grandi installazioni. La sua volontà di restare anonimo e il suo rifiuto di scendere a compromessi, confermano l’impossibilità di definire con precisione la sua personalità artistica e la sua opera. L'esposizione,  resa possibile dal prestito concesso da prestatori privati internazionali, è un’occasione unica per apprezzare e conoscere più a fondo l’artista e la sua incredibile abilità tecnica che caratterizza tutta la sua produzione artistica.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI