Roberto Braida. Ipnosi

Roberto Braida. Ipnosi, CAMeC Centro Arte Moderna e Contemporanea, La Spezia

 

Dal 02 Marzo 2019 al 07 Aprile 2019

La Spezia

Luogo: CAMeC Centro Arte Moderna e Contemporanea

Indirizzo: piazza Cesare Battisti 1

Orari: da martedì a domenica dalle 11 alle 18. Chiuso il lunedì

Curatori: Luca Nannipieri

Enti promotori:

  • Città della Spezia

Telefono per informazioni: +39 0187 727530

E-Mail info: camec@comune.sp.it

Sito ufficiale: http://camec.museilaspezia.it/


Comunicato Stampa:
La Spezia – Il CAMeC Centro Arte Moderna e Contemporanea presenta, dal 3 marzo al 7 aprile 2019, la personale del pittore Roberto Braida. Ipnosi
 
Promossa dal Comune della Spezia, patrocinata dalla Provincia della Spezia, e prodotta dal CAMeC, in collaborazione con Casa d’arte San Lorenzo e C.R.A. Centro Raccolta Arte, la mostra inaugura sabato 2 marzo alle ore 18.00.

Curata da Luca Nannipieri, l’esposizione sottopone alla visione del pubblico circa 25 opere realizzate dall’autore negli ultimi 24 mesi.

Artista dalla quarantennale esperienza, Braida torna – dopo un lungo itinerario che lo ha visto protagonista in Toscana, Sardegna, Sicilia e altre località italiane – ad esporre nella propria città natale a distanza di qualche anno da La linea d’acquaospitata al Museo Tecnico Navale.

Gli eleganti orizzonti del pittore conducono il visitatore in un percorso fantastico dandogli la sensazione di trovarsi di fronte al mare. Ma il mare non c’è. Un magnifico inganno, una trance ipnotica indotta dall’abilità del Maestro, attraverso il colore.
 
Scrive Nannipieri nel suo saggio critico: .    
 
E sempre a proposito di questo progetto espositivo, il Sindaco della Spezia, Pierluigi Peracchini, sottolinea: .  

Infine, nel suo intervento istituzionale, Marzia Ratti, direttore dei musei e dei servizi culturali del Comune, invita i visitatori a considerare la cifra artistica di Roberto Braida come una metafora della vita e del rapporto Uomo/Natura: 
.
 
L’appuntamento spezzino al CAMeC con l’opera di Braida si trasforma così in un evento, sì d’arte, ma anche in un ipotetico ed ipnotico percorso vitale, dove il messaggio che ne deriva è una possibile risposta alla perpetua domanda che da sempre ha interrogato generazioni di pensatori: è l’uomo al centro dell’universo?
 
La mostra è accompagnata da un prezioso catalogo bilingue Editoriale Giorgio Mondadori.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI