Arte e Cibo. Oggetti, dipinti, design dai Piceni ai giorni nostri

G. De Chirico, Vita silente, 1952 ca., olio su tela, cm. 40x50

 

Dal 24 Luglio 2014 al 02 Novembre 2014

Civitanova Marche | Macerata

Luogo: Auditorium di Sant’Agostino / Pinacoteca civica Marco Moretti

Indirizzo: corso Annibal Caro 24

Curatori: Enrica Bruni, Stefano Papetti

Enti promotori:

  • Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Costo del biglietto: € 3; ingresso gratuito per i diversamente abili, giornalisti con tesserino, da 0 a 18 anni

Telefono per informazioni: +39 0733 891019 / 892650

E-Mail info: info@pinacotecamoretti.it

Sito ufficiale: http://www.pinacotecamoretti.it


Comunicato Stampa: Sebbene gli esempi più antichi di dipinti che riproducono frutta, ortaggi ed altri alimenti risalgano al mondo latino, non c’è dubbio che la natura morta abbia acquisito i caratteri di un genere autonomo sul finire del Cinquecento. La mostra, organizzata nella suggestiva sede dell'Auditorium di Sant’Agostino e nella storica Pinacoteca civica Marco Moretti a Civitanova Marche, intende ripercorrere a grandi linee la fortuna della natura morta nell’arte italiana dal Seicento al Novecento, soffermandosi soprattutto sugli autori legati al contesto marchigiano come Nicola Levoli, Giandomenico Valentino,Cristoforo Munari o per la loro origine, come il fanese Carlo Magini. Una sezione assai ricca della mostra è dedicata alle nature morte del Novecento, rappresentate dalle tele di De Chirico, Licini, Casorati, De Pisis, Mattioli, Paolucci, Tulli, Crali, Broglio, Tozzi, Monachesi, Ciarrocchi, Polidori e Mattioli, seguite da altre opere eccellenti che contribuiscono, con gli oggetti di raffinata bellezza, tra cui spiccano rari pezzi archeologici, porcellane e maioliche esemplari, prodotti del design industriale realizzati dalla ditta Guzzini di Recanati, ad illustrare i tratti peculiari di quel percorso articolato e vario che lega l'arte al cibo, ai frutti della Terra. Curata da Enrica Bruni e da Stefano Papetti, realizzata con il concorso di esperti, importanti musei  e prestigiose collezioni private, la mostra civitanovese, con l'adesione del Presidente della Repubblica, gode di alti patronati, primo fra tutti quello del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, e si propone come un interessante appuntamento, in linea con Futura Festival 2014 e le iniziative artistiche e culturali intraprese, ieri come oggi, da CivitanovArte.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI