Evidence. A New State of Art

© Galleria Continua / Ph. Ela Bialkowska | Michelangelo Pistoletto, Two Less One, 2009, legno dorato e specchio, 120x180 cm. (2 elementi)

 

Dal 10 Febbraio 2018 al 11 Marzo 2018

Napoli

Luogo: Castel Sant'Elmo

Indirizzo: via Tito Angelini 22

Orari: aperto giovedì, venerdì, sabato e domenica 10.00-15.00 (ultimo ingresso ore 14.30)

Enti promotori:

  • Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - Polo museale della Campania
  • China Arts and Entertainment Group

Costo del biglietto: € 5

Telefono per informazioni: +39 081.2294449

E-Mail info: pm-cam.santelmo@beniculturali.it

Sito ufficiale: http://www.polomusealecampania.beniculturali.it


Comunicato Stampa:
Sabato 10 febbraio, alle ore 12, negli Ambulacri di Castel Sant’Elmo si inaugura la mostra  Evidence. A New State of Art, curata da Alessandro Demma e Su Peng. Le opere di 16 artisti italiani e di 16 artisti cinesi frutto di espressioni, riflessioni e sperimentazioni totalmente autonome, offrono una testimonianza di mondi e di visioni differenti attraverso la produzione di forme realizzate nell’ arco di circa cinquant’anni.

Un intreccio di linguaggi, tecniche, segni e simboli- disegno, pittura, scultura, fotografia, video, installazioni- riproduce un universo multiforme ed eterogeneo dell’arte attuale. La costruzione di un sintetico, ma efficace, racconto dell’arte contemporanea cinese e italiana attraverso il confronto di differenti generazioni, costituisce la forza della mostra.

Il progetto
espositivo utilizza un format, ampiamente collaudato dall’Istituto Garuzzo per le Arti Visive nei suoi dodici anni di attività, che prevede lo studio e la condivisione di un progetto da parte di due curatori, uno italiano e uno cinese, con la scelta di un numero paritario di artisti accomunati da affinità artistiche e/o generazionali. La mostra viene proposta in entrambi i Paesi, assumendo il valore aggiunto della visibilità e della promozione estera. Quest’ultimo aspetto costituisce un elemento fondante dell’attività dell’Istituto Garuzzo che, fino ad oggi, ha sviluppato collaborazioni e scambi con istituzioni pubbliche e private di dodici paesi nel mondo.

Gli artisti presenti in mostra


Italiani:
Michelangelo Pistoletto, Giulio Paolini, Luigi Mainolfi, Marisa Albanese, Eugenio Giliberti, Pierluigi Pusole, Botto & Bruno, Alberto Di Fabio, Adrian Tranquilli, Paolo Grassino, Marzia Migliora, Perino & Vele, Giuseppe Stampone, Domenico Antonio Mancini, Elisa Strinna, Fabrizio Cotognini.
Cinesi: Liang Quan, Ma Kelu, Duan Zhengqu, Zhan Wang, Wang Shuye, Chen Qiuzhi, Yin Chaoyang, Ye Jianqing, Li Hui, Liu Bolin, Yang Xinguang, Lu Song, Qi Lei, Liu Cong, Li Yan, Yu Linhan.

Polo museale della Campania - Castel Sant’Elmo 
Il Polo museale della Campania, diretto da Anna Imponente, è un sistema di ventisei luoghi tra musei archeologici, artistici e siti naturalistici su tutto il territorio regionale. La valorizzazione del patrimonio e delle più recenti ricerche artistiche, anche attraverso la collaborazione con realtà pubbliche e private, è tra le più importanti attività istituzionali. L’organizzazione di esposizioni di arte contemporanea, che instaurano un dialogo proficuo con il contesto in cui si inseriscono, può essere considerata una delle tematiche dell’attività del Polo museale nei diversi siti. In questo ambito, Castel Sant’Elmo si pone come spazio privilegiato in cui hanno sede, insieme alla collezione permanente del Museo Novecento a Napoli,  le installazioni site-specific di artisti contemporanei e dei giovani artisti vincitori del concorso “Un’Opera per il Castello” che testimoniano l’attenzione verso le più aggiornate tendenze dell’ultimo decennio.
 
L’Istituto Garuzzo per le Arti Visive – IGAV
Ente no-profit con personalità giuridica con sede a Torino, opera dal 2005 per far conoscere gli artisti italiani nel mondo. Contribuisce alla diffusione dell’arte contemporanea favorendo gli scambi culturali tra le nazioni.
Ha sinora organizzato organizzato 64 mostre in 12 paesi (Argentina, Armenia, Cile, Cina, Corea, Croazia, Giordania, Inghilterra, Italia, Russia, Slovacchia e Uruguay), promosso oltre 400 artisti, assegnato 8 premi internazionali e collaborato con 16 curatori e/o direttori artistici nazionali e internazionali.
 
I rapporti con la Cina
L’Istituto Garuzzo ha creato e consolidato negli ultimi dodici anni importanti rapporti con la Cina. In particolare è firmatario di un accordo quadriennale di collaborazione e scambio con il China Arts and Entertainment Group - CAEG.
È membro del Forum Italia–Cina promosso dal Ministro Dario Franceschini e presieduto dall’Onorevole Francesco Rutelli in considerazione dei decennali rapporti che l’IGAV intrattiene con la Cina nel campo dell’arte contemporanea.
Evidence. A New State of Art è la decima mostra organizzata in Italia in collaborazione con i cinesi, sedici quelle organizzate in Cina.
 
China Arts and Entertainment Group – CAEG
È il più importante organismo di Stato cinese nel campo dello spettacolo e delle arti, posto sotto il China State Council e i Ministeri della Cultura e delle Finanze. Ha stabilito e mantiene un’ampia e solida collaborazione con istituzioni culturali di fama mondiale, gallerie e musei, compagnie di arte performativa e singoli artisti. Ha organizzato e curato importanti manifestazioni internazionali tra cui il Padiglione Cinese alla Biennale di Venezia, il Festival delle Arti di Pechino, il Festival delle Arti Asiatico.

Patrocini
Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Ambasciata e Ufficio Culturale della Repubblica Popolare Cinese in Italia, Regione Campania, Città Metropolitana di Napoli, Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, Giovani Artisti Italiani – GAI
 
Orari: aperto giovedì, venerdì, sabato e domenica 10-15 (ultimo ingresso ore  14.30)


SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI