Natività e nascite laiche. Appunti di dialogo tra iconografia sacra e visioni contemporanee

Natività e nascite laiche. Appunti di dialogo tra iconografia sacra e visioni contemporanee

 

Dal 18 Novembre 2012 al 27 Gennaio 2013

Ameno | Novara

Luogo: Museo Tornielli

Indirizzo: piazza Marconi 1

Orari: da giovedì a domenica 15-18.30

Curatori: Francesca Pasini

Costo del biglietto: ingresso gratuito

Telefono per informazioni: +39 0322 998717/ 320 9525617

Sito ufficiale: http://Sabato 17 novembre 2012 h. 17.30


Comunicato Stampa: Il Museo Tornielli di Ameno (No) ospita dal 18 novembre 2012 al 27 gennaio 2013 la mostra "Natività e nascite laiche. Appunti di dialogo tra iconografia sacra e visioni contemporanee" a cura di Francesca Pasini.
La mostra offre una lettura interessante e insolita, grazie a un sottile filo rosso che cerca di ricostruire un legame tra passato e presente. Artisti contemporanei si mettono in dialogo con artisti e opere dell'iconografia sacra, attraverso un percorso dialettico nelle sale del Museo Tornielli di Ameno.

Al di là dell'iconografia classica, cosa significa oggi per gli artisti "mettere al mondo"? Qual è il rapporto tra la Natività e le nascite contemporanee nella storia dell'arte?

La mostra evoca i temi dell'iconografia sacra e il loro radicamento nel territorio attraverso i prestiti di alcuni collezionisti privati. L'intento è quello di dare degli spunti per riflettere sull'evento della nascita, come una sedimentazione culturale profonda e diffusa. Le natività nelle chiese d'Italia sono elemento fondante dell'immaginario collettivo; il fatto che si possa presentare un corpus di opere storiche testimonia non solo la ricchezza e la diffusione del patrimonio artistico, ma anche la convivenza privata con queste immagini. Ecco dunque le opere di Gaetano Previati, Taddeo Zuccari, Carlo Dolci, Pietro Da Cortona, Antonio Balestra e Mosé Bianchi innescare un dialogo con gli artisti scelti per la peculiarità del linguaggio e del mezzo espressivo utilizzato.

Le opere contemporanee interagiscono con la nascita attraverso esperienze, ricordi, sentimenti come nei lavori di Liliana Moro, Marzia Migliora, Mocellin-Pellegrini; nell'istantanea di Eva Frapiccini una nonna rom tiene in braccio la nipote, richiamando l'immagine di una Madonna col Bambino mentre in Vanessa Beecroft la Madonna è bianca, ma San Giuseppe e il bambino sono neri, aprendo così grandi domande sull'oggi e sul passato. In Shirin Neshat la madre è totalmente coperta da chador nero e il bambino nudo è decorato con disegni e versi di antichi poeti sufi.
Elizabeth Aro indica nell'unica ala fatta di piume di stoffa di seta bianca l'interruzione del volo di un angelo. Traslochi Emotivi realizzerà invece un'opera site specific partendo dalla condizione di figlia, confrontando l'occidente e l'oriente e il tema della nascita-rinascita; Margherita Morgantin realizzerà un'opera in cui al centro c'è il tema dell'icona. Wolfgang Tillmans ci mostra la foto laica e molto dolce di una giovane mamma che sprizza il primo fiotto di latte. Last but not least Alberto Garutti, che nell'ultimo decennio ha realizzato l'opera "Ai Nati Oggi” in varie città (Bergamo – Ghent – Istanbul), dove, in alcune zone, alcune lampade si accendono quando nasce un bambino. Ad Ameno ci sono le immagini di alcuni di questi momenti.

Tra gli eventi collaterali alla mostra, si segnala la presentazione del progetto ReBirth Day di Fondazione Pistoletto- Cittadellarte, sabato 15 dicembre alle ore 16.30 con la presenza del Maestro Michelangelo Pistoletto al Museo Tornielli di Ameno.
Fondazione Pistoletto – Cittadellarte è il promotore di ReBirth Day, prima giornata universale della rinascita che si svolgerà il 21 dicembre 2012.

Il 21 dicembre, solstizio d'inverno nell'emisfero boreale e d'estate in quello australe, è una data celebrata dall'umanità fin dai tempi più remoti. Una connotazione fatidica di “fine del mondo”, tanto diffusa quanto priva di fondamento, è stata attribuita a questo giorno del 2012, riproponendo un tema ricorrente nelle mitologie e nelle religioni, così come nella narrativa fantastica e fantascientifica. A prescindere da qualsiasi fattore più o meno immaginativo, questa data può assumere un senso simbolico, in quanto corrisponde effettivamente a una fase culminante della storia umana. www.rebirth-day.org

La mostra è inserita nel calendario di Contemporary Art Torino Piemonte 2012.www.contemporarytorinopiemonte.it

Durante il periodo della mostra sarà inoltre organizzato un “tour del sacro” nel territorio della provincia di Novara, per scoprire alcuni luoghi e opere di particolare rilievo conservate a Novara, Sologno, Arona, Miasino e Orta. Inoltre è previsto un fitto calendario di eventi collaterali ospitati nelle sale del museo.

Il Museo Tornielli di Ameno, piccola cittadina sulle sponde del Lago d'Orta, è situato all'interno dell'omonimo palazzo e rappresenta un vero e proprio luogo d'incontro e di studio, un importante centro civico del territorio, sinergia di arte e cultura. Lo Spazio Museale, ripensato nel 2012 da DA-A Architetti (Elena Bertinotti, Anna Chiara Morandi, Paolo Citterio), ospita una collezione permanente dedicata all'arte contemporanea, esposizioni temporanee, workshop, laboratori didattici e conferenze. Nel museo si organizzano mostre ed eventi ma anche visite guidate, incontri culturali e convegni. Nel museo è presente, inoltre, uno spazio informativo dedicato al "Cuore Verde tra Due Laghi", l'area territoriale delimitata a est dal Lago Maggiore e a ovest dal Lago d'Orta; punto di riferimento del tessuto cittadino e attrattore di flussi turistici sul territorio, il Museo Tornielli fornisce informazioni su prodotti, itinerari, progetti ed eventi.

Artisti in mostra: Elizabeth Aro, Vanessa Beecroft, Eva Frapiccini, Alberto Garutti, Marzia Migliora, Ottonella Mocellin e Nicola Pellegrini, Margherita Morgantin, Liliana Moro, Shirin Neshat, Traslochi Emotivi, Wolfgang Tillmans.

Sezione iconografia sacra: Antonio Balestra, Mosé Bianchi, Pietro Da Cortona, Carlo Dolci, Gaetano Previati, Taddeo Zuccari.

Asilo Bianco è l’ente promotore del progetto di valorizzazione Cuore Verde tra Due Laghi, attivo sul territorio tra il Lago d’Orta e il Lago Maggiore, grazie al sostegno di Regione Piemonte, Fondazione Cariplo, Provincia di Novara e dei comuni aderenti.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI