Treviso | Museo Nazionale della Collezione Salce | 17 marzo - 2 settembre 2018

In mostra le visioni retro-futuriste di uno dei padri della grafica pubblicitaria.

Un'imperdibile monografica dedicata da nuovo Museo Nazionale della Collezione Salce di Treviso al grande Federico Seneca (Fano, 1891 – Casnate, 1976), direttore artistico della Perugina e della Buitoni dal 1919 al 1935 e figura emblematica nella storia della grafica pubblicitaria.

Conosciuto anche come il “papà dei Baci Perugina”, Federico Seneca ha tracciato la via verso la moderna pubblicità, seguendo un percorso creativo originale ed eterogeneo, dagli inizi belle époque alle esplorazioni futuriste, alla teatralità di ispirazione Bauhaus.

Le opere in mostra, di cui ben 40 appartenenti alla stessa Collezione Salce, illustrano alcune tra le campagne di comunicazione più famose create da Seneca tra gli anni Venti e Trenta, insieme ad altre memorabili ideazioni dei primissimi anni Cinquanta, lampante preludio agli anni del boom economico.

Vedi anche:
Federico Seneca (1891 – 1976). Segno e forma nella pubblicità - Treviso
Federico Seneca (1891-1976). Segno e forma nella pubblicità - Fano
Federico Seneca (1891-1976). Segno e forma nella pubblicità - Perugia
Presentazione del catalogo della mostra 'Federico Seneca (1891–1976). Segno e forma nella pubblicità' - Milano
 

FOTO


Federico Seneca e la pubblicità del futuro

Federico Seneca, Manifesto per réclame, Pastina glutinata Buitoni, 1929, Carta/cromolitografia, 140 x 197 cm, Museo Nazionale Collezione Salce, Treviso
Federico Seneca, Manifesto per réclame, Pastina glutinata Buitoni, 1929, Carta/cromolitografia, 140 x 197 cm, Museo Nazionale Collezione Salce, Treviso
   
 
  • Federico Seneca, Manifesto per réclame, Pastina glutinata Buitoni, 1929, Carta/cromolitografia, 140 x 197 cm, Museo Nazionale Collezione Salce, Treviso
  • Federico Seneca, Manifesto/poster per réclame, Lavabiancheria automatica FIAT, 1952, Carta/cromolitografia, 100 x 165.5 cm, Museo Nazionale Collezione Salce, Treviso
  • Federico Seneca, Manifesto pubblicitario, Baci Perugina, 1922, Carta/cromolitografia, 140 x 100 cm, Museo Nazionale Collezione Salce, Treviso
  • Federico Seneca, Manifesto pubblicitario, Odeon Follies – Milano, 1934, Carta/cromolitografia, 140 x 196 cm, Museo Nazionale Collezione Salce, Treviso
  • Federico Seneca, Manifesto pubblicitario, Pastina glutinata Buitoni, 1929, Carta/cromolitografia, 140 x 196.5 cm, Museo Nazionale Collezione Salce, Treviso
  • Federico Seneca, Manifesto pubblicitario, Talamone, uova a sorpresa Unica, 1934, Carta/cromolitografia, 140 x 197 cm, Museo Nazionale Collezione Salce, Treviso
  • Federico Seneca, Manifesto/poster per réclame, Cinzano soda, 1958, Carta/cromolitografia, 100 x 140 cm, Museo Nazionale Collezione Salce, Treviso
  • Federico Seneca, Manifesto per réclame, Cacao Perugina, 1929, Carta/cromolitografia, 141 x 197.5 cm, Museo Nazionale Collezione Salce, Treviso
  • Federico Seneca, Manifesto pubblicitario, Cioccolatni Perugina, 1928-1929, Carta/cromolitografia, 141 x 197.5 cm, Museo Nazionale
  • Federico Seneca, Manifesto pubblicitario, Fano stazione balneare, 1923, Carta/cromolitografia, 100 x 140 cm, Museo Nazionale Collezione Salce, Treviso
   

COMMENTI

VEDI ANCHE


Yves Klein. Les éléments et le couleurs foto | Mondo | Domaine des Etangs di Massignac | Dal 25 giugno 2020 al 29 gennaio 2021 Yves Klein. Les éléments et le couleurs Una rara opportunità per scoprire, attraverso una visione trasversale e tematica, l'opera di Yves Klein, precursore di molte Arti.   Aquileia. Patrimonio dell'Umanità foto | Aquileia. Patrimonio dell'Umanità Aquileia. Patrimonio dell'Umanità Alla scoperta dei tesori del sito UNESCO di Aquileia, la città friulana con 2200 anni di storia.   HIC SUNT LEONES o del paradosso dietro l'angolo foto | Roma | WeGil | dal 22 luglio al 31 agosto 2020 HIC SUNT LEONES o del paradosso dietro l'angolo Nel cuore dell'estate romana di un'annata epocale, Max Papeschi si ritrova ad innescare un puntualissimo cortocircuito spaziotemporale.   Caravaggio, il trionfo della bellezza foto | Le opere più belle di Michelangelo Merisi Caravaggio, il trionfo della bellezza La luce, l'intensità, la natura e gli uomini.   Elliott Erwitt. Icons foto | Rome | WeGil | Dal 18 maggio al 12 luglio 2020 Elliott Erwitt. Icons Riapre a Roma il 18 maggio 2020, con proroga fino al 12 luglio, la mostra dedicata ad uno dei più grandi Maestri della fotografia contemporanea.   Tiziano, un secolo di capolavori foto | Tiziano Tiziano, un secolo di capolavori Le mille sfumature del Cinquecento nei capolavori di Tiziano.   Da Il bacio di Klimt a Il bacio di Hayez, l'amore nell'arte foto | Viaggio nell'arte e nell'amore Da Il bacio di Klimt a Il bacio di Hayez, l'amore nell'arte Da Klimt, a Hayez, Rodin e Caravaggio. Quando l'arte incontra l'amore.   Giambattista Piranesi. Architetto senza tempo foto | Bassano del Grappa | Palazzo Sturm | Dal 20 giugno al 19 ottobre 2020 Giambattista Piranesi. Architetto senza tempo La città di Bassano del Grappa celebra con una grande mostra il terzo centenario della nascita del massimo protagonista dell’incisione veneta del Settecento.   Il Racconto della Montagna nella pittura tra Ottocento e Novecento foto | Conegliano | Palazzo Sarcinelli | Dal 12 giugno all'8 dicembre 2020 Il Racconto della Montagna nella pittura tra Ottocento e Novecento Un inno alla natura e alla libertà in mostra a Conegliano, Giandomenico Romanelli e Franca Lugato esplorano il tema della montagna a partitre dal'immaginario artistico di metà Ottocento.   Tra i Capolavori delle Gallerie dell'Accademia di Venezia foto | Riapertura delle Gallerie dell'Accademia di Venezia Tra i Capolavori delle Gallerie dell'Accademia di Venezia Breve viaggio tra alcuni dei capolavori custoditi alle Gallerie dell'Accademia di Venezia: un tesoro da riscoprire.   Canova a Roma e l'immortalità del genio foto | Museo di Roma | Fino al 21 giugno 2020 Canova a Roma e l'immortalità del genio Riaperture: una mostra evento dedicata al legame di Antonio Canova con la Città Eterna.   Dopo Caravaggio foto | Prato | Museo di Palazzo Pretorio | Dal 14 dicembre 2019 al 6 gennaio 2021 Dopo Caravaggio Riapre Palazzo Pretorio a Prato: in mostra un'approfondita ricostruzione delle vicende storiche delle opere e dell’interesse del collezionismo toscano per la pittura napoletana del Seicento.