Giorgio da Castelfranco (Giorgione)

Castelfranco Veneto 1478 - Venezia 1510

© Arte.it | Giorgione

Nonostante la scarsità dei documenti che lo riguardano sappiamo che ebbe una grande fama presso i suoi contemporanei ed è considerato fin da Vasari (1568), il fondatore della maniera moderna a Venezia. Giunto a Venezia dopo aver realizzato per la sua città natale la celebre Pala Costanzo (Duomo) e il fregio astrologico (Casa Pellizzari), dovette legarsi al pittore belliniano Vincenzo Catena, come attesta l’iscrizione dietro la Laura di Vienna. Lavorò prevalentemente per un circuito di committenti colti per i quali realizzò opere celeberrime e dal significato spesso misterioso come La Tempesta (Venezia, Accademia), la Venere dormiente (Dresda) o i Tre Filosofi (Vienna), tutte caratterizzate da una straordinaria qualità di fusione coloristica e definizione atmosferica. I pochi documenti disponibili per un telero in Palazzo Ducale (1507-08), forse mai completato, e per gli affreschi del Fondaco dei Tedeschi, realizzati nel 1508 insieme a Tiziano (frammenti all’Accademia), segnalano una sua crescente importanza  nelle commissioni pubbliche interrotta però dalla morte improvvisa durante la peste del 1510.

Biografia di Alessandro Cosma



Le opere