Un ritratto salvato dai depositi entrerà nella mostra permanente

Camillo Boccaccino, la new entry che incanterà gli Uffizi

Il dipinto di Boccaccino entrà nella mostra permanente degli Uffizi
 

E. Bramati

30/03/2014

Firenze - Martedì 1° aprile 2014 sarà presentato nell'ex-chiesa di San Pier Scheraggio a Firenze un nuovo dipinto, che dalla fine del mese entrerà ufficialmente a far parte dell'esposizione permanente degli Uffizi.

L'opera proviene dalla mano di Camillo Boccaccino, artista cremonese della prima metà del '500. Forse un allievo del grande Tiziano, egli risentì fortemente delle influenze dell'arte veneta e di molti maestri italiani di quel periodo, dal Pordenone a Raffaello, fino al manierismo di Giulio Romano.

Il ritratto raffigura un uomo anziano, probabilmente uno studio preparatorio realizzato intorno al 1530 per la figura di un santo o di un profeta da inserire una pala d'altare.
Il restauro della tela, che fino ad oggi giaceva nei depositi della Galleria, è stato possibile grazie al contributo di sei Lions Club del territorio fiorentino.

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >