L’arte sul piccolo schermo dal 28 dicembre 3 gennaio

Dagli Impressionisti segreti a Gauguin, da Leonardo alle meraviglie di Roma, la settimana di Capodanno in tv

Federico Zandomeneghi (1841-1917), Sul divano, 1885-1890 circa, Olio su tela, 87 x 44 cm, Firmata e datata in basso a destra “Zandomeneghi”, Italia, Collezione privata, Cat. rag. Piceni 143 | IMPRESSIONISTI SEGRETI - Palazzo Bonaparte, Roma 6 ottobre 2019 - 8 marzo 2020
 

Samantha De Martin

28/12/2020

Neve e marine, acqua e vapore, sole a perdere, a infilzare covoni e frutteti scintillanti.
Nei giorni di festa di questo tempo sospeso, dove ogni casa diventa cantuccio, può accadere che le luci degli Impressionisti, mescolate agli addobbi di Natale, contribuiscano a creare un’atmosfera rassicurante, di grande intimità.
Nella settimana che conduce al nuovo anno anche l’arte sfodera il suo abito più luminoso, affidando al piccolo schermo tutta la bellezza racchiusa nelle sale dei musei, ancora assopite in attesa della riapertura.
Dai capolavori degli Impressionisti e di Leonardo, commentati dai massimi esperti del genio vinciano, alle realizzazioni di Alfons Mucha, pioniere della corrente Art Nouveau, ecco gli appuntamenti con l’arte in tv, su Sky, Rai, Arte tv e Netflix.

Su Sky Arte gli Impressionisti segreti in prima tv

Il lunedì di Sky Arte è nel segno dell’archeologia. Domus Aurea. Il sogno di Nerone, in programma alle 19.30, è un viaggio alla scoperta del capolavoro più imponente della romanità. Una visita in esclusiva ci accompagna nella reggia dell’imperatore Nerone, uno scrigno di 16mila metri quadri avvolto da affreschi sfarzosi e vicende storiche.
Martedì 29 dicembre, alle 21.15, le morbide pennellate dei maestri della luce guidano il pubblico tra le tele degli Impressionisti con Impressionisti segreti, il docufilm diretto da Daniele Pini, ideato per raccontare la rivoluzione artistica del movimento francese. Sarà un’interessante occasione per ammirare cinquanta tesori provenienti da collezioni private, esposti per la prima volta a Roma a Palazzo Bonaparte durante la mostra realizzata e prodotta da Arthemisia.


Berthe Morisot, Davanti alla psiche, 1890 circa, Olio su tela, 46 x 55 cm, Firmata in basso a destra “B. Morisot” Martigny, Collezione Fondazione Pierre Gianadda, cat. rag. CMR 269 | IMPRESSIONISTI SEGRETI - Palazzo Bonaparte, Roma 6 ottobre 2019 - 8 marzo 2020

Un percorso intimo, che si insinua nella rinnovate stanze di Palazzo Bonaparte, accompagna gli spettatori in un itinerario articolato, dove i capolavori di Manet, Caillebotte, Monet, Berthe Morisot, Cézanne, Sisley, Signac trovano il loro contrappunto ideale nelle analisi condotte da esperti e storici dell’arte.
La serata di Sky Arte prosegue con Le Ninfee di Monet. Un incantesimo di acqua e di luce, il film dedicato al padre dell’Impressionismo per la regia di Giovanni Troilo.

Seduto al tavolino di un ristorante di New York, Fernando Botero conversa con i suoi figli ripercorrendo le tappe salienti della sua luminosa carriera. Uomini e donne dalle proporzioni esagerate, cavalli dalle sembianze grassocce, di matrice classica ripresa da Paolo Uccello, scandiscono, nel docufilm Botero. Una ricerca senza fine di Don Millar, il percorso dell’artista, dalle sue radici al trasferimento a New York con soli venti dollari. Appuntamento mercoledì 30 dicembre alle 22.

Il nuovo anno su Sky Arte si apre con le meraviglie di Roma. Il 1° gennaio alle 10.45, guidati dalla voce di Filippo Timi, varcheremo il portone del Pantheon, esplorandone la sua maestosa cupola.


Pantheon, Interno, Roma | Foto: © Pavel Ilyukhin

Sabato 2 gennaio, sarà invece Leonardo il protagonista del piccolo schermo con Leonardo – Le opere, un docufilm girato in otto paesi, che offre una visione dettagliata dei capolavori del maestro, accompagnata dal commento dei massimi esperti mondiali del genio vinciano.
La giornata in compagnia del pittore di Vinci prosegue, in tarda serata, con il film Io, Leonardo, un viaggio introspettivo dove un insolito Luca Argentero veste i panni del pittore, raccontandone scoperte e ossessioni.

La settimana dell’arte volge al termine, domenica 3 gennaio, con Gauguin. In questo biopic sul periodo tahitiano dell'artista, Vincent Cassel interpreta il pittore, ripercorrendo l’intensa tappa in Polinesia, nel tentativo di vivere “selvaggio tra i selvaggi”. L’incontro con Tehura, sua musa e ossessione, l'ispirazione ritrovata, le difficoltà economiche saranno il filo conduttore di questo viaggio appassionato. Il film è una riproduzione del mito di Gauguin, alimentato dal pittore e dal suo racconto romanzato Noa Noa.


Luca Argentero nei panni di Leonardo, nel film Io, Leonardo del regista Jesus Garces Lambert, prodotto da Sky e da Progetto Immagine nelle sale dal 2 ottobre 2019

L’agenda dell’arte nella programmazione Rai

Lunedì 28 su Rai5 (alle 20.17) prosegue il viaggio tra le viscere della penisola con Under Italy. Questa volta l’archeologo Darius Arya ci porta con sé alla scoperta dei sotterranei partenopei, dalla Crypta Neapolitana alla Piscina Mirabilis, dai cunicoli di Napoli Sotteranea al teatro romano di Neapolis e ancora al Cimitero delle Fontanelle.

Martedì 29 dicembreSave the Date” presenta L’eredità di Leonardo da Vinci, uno speciale sul maestro e sulla sua eredità. Un'analisi storico artistica effettuata grazie al contributo del professor Pietro Marani, massimo esperto di Leonardo in Italia, svela l’influenza che il maestro ha avuto su artisti come Andy Warhol a Dalì.

Alle 20.18 una nuova puntata di Under Italy ci accompagna nei sotterranei di Amelia e Narni, in provincia di Terni, fino alla cella di Giuseppe Andrea Lombardini.

L’affascinante vita di Erwin Blumenfeld, sopravvissuto a due guerre mondiali e diventato uno dei fotografi di moda più pagati al mondo, è al centro del docufilm L’uomo che fotografava le donne, trasmesso giovedì 31 dicembre alle 19.17; mentre l’ultimo giorno dell’anno, per Under Italy, Darius Arya nuoterà letteralmente nei sotterranei di Bergamo.

Il 2 gennaio alle 00.45 e il 3 gennaio alle 08.15, in attesa di riprendere la programmazione dopo la pausa natalizia, Art Night, il programma di Silvia De Felice, Alessio Aversa e Marta Santella, ricorda tre grandi artisti italiani del Novecento. Si inizia dal racconto della mostra Emilio Vedova a Palazzo Reale a Milano, l’ultima curata da Germano Celant, per proseguire con il documentario di Maddalena Bregani Sulle tracce di Maria Lai, un racconto a cerchio, che inizia e termina a Ulassai, il villaggio in cui la celebre artista dei Telai nacque e in cui trascorse gli ultimi anni della sua vita.

Infine, un prezioso documento delle Teche Rai, Gilberto Zorio, viaggio di una canoa, racconta una delle più famose opere dello scultore, tra i maggiori esponenti dell’arte povera.


Vedova al Ciclo degli Oltre, Emilio Vedova, Palazzo Reale, Milano

Su Arte Tv Alfons Mucha e un misterioso Leonardo

Anche su Arte Tv l’ultima settimana dell’anno regala sorprese. Fino al 25 gennaio è disponibile Alfons Mucha. Il pioniere dell'Art Nouveau. Il disegnatore ceco, la cui opera, ispirata all’arte bizantina ha attraversato epoche e continenti, è protagonista del documentario di Roman Vavra, un omaggio a un precursore dell'industria dell’immagine contemporanea.

Se vi affascinano i casi irrisolti nella storia dell’arte non perdetevi invece Leonardo Da Vinci: il mistero del Busto di Flora. A chi spetta la paternità della scultura attualmente esposta al Bode-Museum di Berlino con l’etichetta di opera “Leonardesca”?
A realizzarla fu il genio toscano o l’artista Richard Cockle Lucas nel XIX secolo?
Un vero arcano che né storici né ricercatori hanno saputo finora svelare.

Su Netflix, tra arte del vetro e street art

Dieci artisti si sfidano per aggiudicarsi un premio di 60mila dollari e il titolo di campioni. Quali sculture in vetro realizzeranno? Lo scopriremo grazie alla serie L’arte soffiata, assieme ai segreti racchiusi in questa antica tecnica.
Per gli appassionati della street art, La lotta di Lister offre invece un sincero ritratto dell’artista di strada australiano Anthony Lister, raccontandone la carriera tra difficoltà e disagi.


Alfons Mucha, Sarah Bernhardt, 1897, Litografia a colori, 40.7 x 58 cm, Gretha Arwas Collection, Londra | © Arwas Archives

Dal 29 dicembre la Pilotta sbarca sulla web tv con QubìTv

Una piccola novità si appresta a fare il suo debutto sulla web tv a partire da domani, martedì 29 dicembre. Attraverso un canale dedicato, nato dalla collaborazione della Direzione del Complesso Museale statale con QubìTv, la webtv on demand, la Nuova Pilotta ogni settimana, nella giornata di martedì, propone al pubblico un contenuto originale. 
I primi video che entrano nella programmazione del canale tematico della Nuova Pilotta sulla webtv parmense riguarderanno tre tesori del museo: la Scapiliata di Leonardo, il bifacciale del nuovo Museo Archeologico, e la Guarigione del Cieco di El Greco, illustrati dal direttore Simone Verde.

 Leggi anche:
• In onda su Sky l'avventurosa storia della Madonna Sistina di Raffaello
• Impressionisti segreti - Parla il regista Daniele Pini

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >