A marzo nuovi documentari in DVD e Blu-Ray

L’Agenda dell’Arte – Home Video

 

Francesca Grego

15/02/2018

• Hieronymus Bosch – Unto dal diavolo. Wanted

Finalmente in DVD e Blu-Ray il documentario di Pieter van Huystee che ripercorre la vita e l’opera di uno degli artisti più estrosi e affascinanti di sempre.
 
In cinque anni un team di esperti ha percorso il mondo alla scoperta dei quadri di Bosch e della sua fantasia visionaria, popolata di mostri, demoni, creature bizzarre e animali esotici all’epoca ancora poco conosciuti. Tra inferni, paradisi e delizie dal fascino misterioso, gli studiosi esaminano le tele del pittore olandese con speciali telecamere a infrarossi, alla ricerca di tracce sotto i dipinti che svelino i vari stadi del processo creativo.
Per poi soffermarsi sulla figura di re Filippo II di Spagna, appassionato collezionista dei lavori di Bosch, grazie al quale al Museo del Prado e al Monastero dell’Escorial a Madrid si concentrano la maggior parte delle opere dell’artista.
 
Disponibile dal 20 marzo su https://www.amazon.it/Lucky-Hieronymus-Bosch-Unto-Diavolo/dp/B0793FBFGL
 
• Istanbul e il Museo dell’Innocenza di Pamuk. Koch Media

Di solito sono registi e scrittori a cercare ispirazione nei musei, come in Belfagor – Il fantasma del Louvre o in Una stanza tutta per sé di Virginia Woolf.
Il Museo dell’Innocenza Istanbul, nasce invece in un best seller del premio Nobel per la letteratura Orhan Pamuk, per diventare realtà nel 2012.
In mostra una collezione fuori dal comune: quella messa insieme da Kemal per obbedire all’irrealizzabile ossessione amorosa per la bella cugina Füsun, raccogliendo ogni oggetto che la riguardasse.
 
Con la regia di Grant Gree, il documentario ripercorre le tappe che hanno portato alla creazione del Museo dell’Innocenza nel centro storico della città sul Bosforo, proprio nella casa natale della ragazza, traducendo una storia d’amore in progetto visivo ed espositivo.
Visitato da viaggiatori di tutto il mondo e vincitore dell’European Museum of the Year Award nel 2014, il museo di Pamuk non è solo un’affascinante vertigine di finzioni, ma soprattutto un inno al potere dell’immaginazione di plasmare la realtà che ci circonda.
 
Disponibile su https://www.lafeltrinelli.it
 
• Human Flow. Ai Weiwei. 01 Distribution

L’attualità si fa arte grazie alla sensibilità dell’artista cinese Ai Weiwei, ormai popolarissimo in Italia. Presentato alla 74° Mostra del Cinema di Venezia, Human Flow inchioda l’attenzione sul tema scottante delle migrazioni.
Dall’Afghanistan alla Sicilia, dal Kenya all’Iraq, da Berlino al confine tra Messico e Stati Uniti, l’artista ha ripercorso le rotte di un flusso umano che negli ultimi anni ha visto 65 milioni di persone allontanarsi dalla propria casa per sfuggire a guerre, carestie, povertà e conseguenze dei cambiamenti climatici.

Immagini che colpiscono per la bellezza e per la violenza, coinvolgono personalmente lo spettatore – proprio come è successo all’artista - nelle vicende di uomini, donne e bambini in viaggio con l’intera vita in uno zaino o in un sacchetto di plastica, bloccati nei campi profughi o reduci dall’esperienza drammatica e pericolosa di una traversata clandestina in mare.

Disponibile su http://www.01distribution.it
 
Leggi anche:

• Amore, musei, ispirazione. Il Museo dell’Innocenza di Orhan Pamuk a Milano
• A Firenze: Un sogno fatto a Milano. Dialoghi con Orhan Pamuk intorno alla poetica del Museo
• Sulle tracce dei migranti con un’installazione di Ai Weiwei

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >