La Platea dell'Umanita'

La Biennale
 

06/06/2001

Dal 10 giugno al 4 novembre prossimo, a Venezia negli spazi dei Giardini di Castello e dell'Arsenale su circa 12.000 metri quadrati di superficie espositiva, si svolgerà la 49ª Esposizione Internazionale d'Arte per il Settore Arti Visive. L’edizione di quest’anno si presenta non semplicemente come mostra d'arte bensì come "platea dell'umanità" pronta a ricevere anche il contributo delle altre arti: cinema, musica, teatro, danza. Un luogo dove si guarda e si è guardati, dove il pubblico è spettatore ma anche protagonista, un ampio spazio in cui si incontrano gli artisti, le opere e il pubblico. Dopo l’esperienza recente di "dAPERTutto", ancora un’esposizione atematica curata e diretta da Harald Szeemann, “dove gli artisti con le proprie opere rappresentano una dimensione”. Una edizione all’insegna dei grandi numeri, 130 presenze, 14 italiane e oltre 60 partecipazioni nazionali con 156 artisti, con un totale di 230 opere straniere esposte a fianco delle circa 110 della mostra principale che investe la città in una rete di contaminazioni tra arti e culture. Agli spazi del Padiglione Italia e dell’Arsenale di Venezia, si aggiungeranno due nuovi spazi da poco restaurati a seguire nelle Tese delle Vergini, dopo le cosiddette Gaggiandre, due vere e proprie “camere oscure” dalle quali si potrà poi accedere al Giardino delle Vergini. Per la prima volta la Biennale varca i confini veneziani per approdare sulla terraferma nella vicina Treviso dove sarà allestito il padiglione America Latina, con opere di artisti provenienti da 14 paesi. All’alba del 7 giugno in Piazza San Marco 16 danzatori maori eseguiranno una danza propiziatoria. Il primo appuntamento con la kermesse per il 6 giugno, primo giorno dei tre della vernice per la stampa e gli addetti ai lavori. Accanto ai tanti appuntamenti interni alla Biennale o a latere, numerose sono le inaugurazioni di mostre, le iniziative collaterali, gli eventi annunciati. Tra gli ospiti illustri previsti, Maurizio Cattelan e Vanessa Beecroft, artisti che in brevissimo tempo si sono imposti con forza nel panorama interanzionale. Cattelan sarà presente con la "Nona Ora", la scultura di Giovanni Paolo II investito da una meteorite, venduta all’asta per due miliardi di lire, presente anche Mimmo Rotella, il maestro dei "decollage" di fine anni '50. Nel quadro di questo paesaggio multietnico e multimediale, troviamo anche una sezione per la poesia e l'arte, legato al teatro e alla danza. In occasione dell'Esposizione internazionale d'Arti Visive, oltre all’allestimento del sito internet (www.labiennale.com),aggiornato quotidianamente, è stata indetta un'iniziativa on-line dedicata alla libertà di pensiero, il “Bunker poetico”, curata da Marco Nereo Rotelli. Venezia, Giardini di Castello / Arsenale Corderie, Artiglierie, Gaggiandre, Tese delle Vergini) Periodo di apertura della mostra 10 giugno – 4 novembre 2001 Orario dalle 10 alle 18 sabato dalle 10 alle 22 lunedì chiuso Apertura speciale lunedì 11 giugno Informazioni e Ufficio Stampa la Biennale di Venezia Ca’ Giustinian, S. Marco 30124 Venezia tel 041 5218861 - fax 041 5200569 e-mail pressoffice@labiennale.com Biglietto intero Lire 25.000 Biglietto ridotto Lire 20.000 Giovani under 26 e studenti Lire 15.000 Gruppi: min. 15 persone, prenotazione obbligatoria Lire 20.000

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >