Al via l’iniziativa del Mibact, con il patrocinio di ICOM e Consiglio d’Europa

Weekend con l’arte con la Festa e la Notte dei Musei

Andrea Mantegna, il soffitto della Camera degli Sposi, Mantova
 

Francesca Grego

19/05/2018

È pronta al decollo la terza edizione della Festa dei Musei, il weekend di primavera all’insegna della cultura e della bellezza che nel 2018, in coincidenza con l’Anno Europeo del Patrimonio, si prospetta particolarmente ricca.
Dal Veneto alla Sicilia, eventi speciali, visite guidate, laboratori e incontri a tema animeranno musei, complessi monumentali e parchi archeologici nelle giornate di sabato 19 e domenica 20 maggio.
 
Al centro dell’edizione di quest’anno, il tema “Musei iperconnessi: nuovi approcci, nuovi pubblici”, per riflettere sul ruolo strategico dei musei come centri di aggregazione e di diffusione di nuovi linguaggi, opportunità di conoscenza e interazione con le comunità di riferimento.
A ciò si aggiunge l’atteso appuntamento con la Notte europea dei Musei, in programma sabato 19 con tre ore di apertura serale straordinaria e ingresso al costo simbolico di 1 euro, tra percorsi illuminati, concerti, spettacoli, rievocazioni storiche e manifestazioni dedicate ai bambini.
L’iniziativa, patrocinata dal Consiglio d’Europa e da ICOM, coinvolge contemporaneamente circa 3000 musei in 30 paesi con l’obiettivo di promuovere l’identità culturale europea in tutti gli Stati dell’Unione.
 
Solo a Roma, la Giornate e la Notte dei Musei hanno raccolto le adesioni di ben 50 spazi espositivi: dai Musei Capitolini all’Ara Pacis, dal Palazzo delle Esposizioni alla Casa del Cinema, fino alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, che offrirà uno spettacolo teatrale multisensoriale e visite guidate costruite intorno a temi speciali, e al Chiostro del Bramante, dove i capolavori della mostra Turner. Opere della Tate saranno accessibili a prezzo speciale e con orario prolungato. E per orientarsi tra gli eventi della Capitale, a ogni fermata della metropolitana “La mappa dei Musei di Giulia” segnalerà i musei interessati più vicini.
A Milano tra gli appuntamenti più gettonati c’è certamente “DisegnaBrera: la Sfida”, per confrontarsi giocosamente con i più grandi maestri dell’arte di sempre, e a Mantova il denso programma del Palazzo Ducale, con passeggiate didattiche ai giardini di corte, un tuffo nel lusso dei banchetti dei principi, approfondimenti sull’erboristeria antica e visite guidate alla scoperta dei segreti della Camera degli Sposi di Andrea Mantegna.
A Napoli festa grande al Museo e Real Bosco di Capodimonte e al MANN che, oltre a offrire visite guidate su temi diversi, concerti e percorsi per i più piccoli, offrirà la rara opportunità di accedere ai laboratori di restauro di uno dei musei archeologici più ricchi del mondo, nonché agli intriganti Ipogei Ellenistici del Rione Sanità, un angolo di storia antica nascosto nelle viscere del centro storico.
 
E poi, disseminati lungo tutta la Penisola, gioielli storico artistici raramente accessibili, aree archeologiche preziose e misconosciute, itinerari nel tempo e nello spazio capaci di coniugare le curiosità del passato con il gusto del presente. Senza dimenticare il fascino di 20 fortezze e residenze, distribuite dal Trentino alla Sardegna, aperte per le Giornate Nazionali del Castelli, in coincidenza con la Festa dei Musei.  Basta scorrere il programma degli eventi sul sito del Mibact per toccare con mano la varietà delle proposte, che interpretano e valorizzano in chiave contemporanea tutta la ricchezza multiforme del patrimonio italiano, instaurando le connessioni più fantasiose. Dalle tradizioni cavalleresche alla gastronomia degli antichi Romani, dal trekking archeologico alla caccia al tesoro: a ognuno il suo.

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >