Sabato 22 e domenica 23 settembre

Tornano le Giornate europee del Patrimonio all'insegna dell' arte da condividere

Il Museo di Capodimonte di notte. Courtesy Museo e Real Bosco di Capodimonte
 

Samantha De Martin

21/09/2018

Napoli - L’ “arte di condividere”. È questo il fil rouge scelto dal Consiglio d’Europa per l’edizione 2018 delle Giornate Europee del Patrimonio, che accomuna le oltre mille iniziative in programma per sabato 22 e domenica 23 settembre.
La manifestazione - promossa dal Consiglio d'Europa e dalla Commissione europea e organizzata dal Ministero per i beni e le attività culturali - dal 1991 "mira a far conoscere a tutti i cittadini europei il loro patrimonio culturale quale elemento di unione e differenza, strumento di scoperta e comprensione reciproca, incoraggiando la partecipazione attiva per la salvaguardia e la trasmissione alle nuove generazioni".

Sabato 22 e domenica 23 settembre diverse iniziative animeranno i luoghi della cultura, che si potranno visitare nei consueti orari e a tariffa ordinaria, mentre solo sabato i musei rimarranno aperti tre ore in più rispetto al consueto orario, al prezzo simbolico di 1 euro.

Dalla passeggiata reale lungo il percorso dell’Acquedotto Carolino della Reggia di Caserta, alla conferenza itinerante dedicata al culto di Iside nel parco archeologico dei Campi Flegrei, dalle aperture straordinarie con visite guidate gratuite agli Horrea Agrippiana sul Palatino, alla passeggiata alla scoperta degli itinerari veneziani meno battuti, il programma, consultabile sul sito www.beniculturali.it, è decisamente ampio.

I siti archeologici dell’area vesuviana che fanno capo al Parco Archeologico di Pompei parteciperanno all’iniziativa con percorsi notturni, aperture straordinarie ed esposizioni eccezionali di reperti normalmente non visibili al pubblico.
A Boscoreale sarà possibile visitare l’Antiquarium e il cantiere di Villa Regina dalle 9.30 alle 12.30 - mentre a Oplontis, nella Villa di Poppea si potrà ammirare la statua di marmo raffigurante di Venere che si slaccia il sandalo, rinvenuta in un ambiente della ricca dimora.

Agli Scavi di Pompei, oltre alle aree normalmente aperte al pubblico, il 22 e 23 settembre si potranno ammirare dalle 9.40 alle ore 13.40 la Casa di Trittolemo, la Casa di Octavius Quartio, la Casa della Fontana piccola e quella dell’Orso ferito, la Casa del triclinio all’aperto, la Fullonica di Stephanus, la Casa del Menandro.

E se al Museo di Capodimonte domenica mattina, al costo di 12 euro è possibile partecipare alla visita guidata ai capolavori della Collezione Farnese - previa prenotazione - a Brescia un percorso lungo il canale del fiume Bova, tra magli, antichi opifici e mulini, mirerà a promuovere l'interazione dei cittadini con il loro patrimonio di storia e cultura per riscoprire la città da una diversa prospettiva.

A Palazzo Pitti la Galleria Palatina spalanca il Cucinone monumentale alle visite guidate, mentre il Giardino di Boboli aderisce alle Giornate del Patrimonio con l’apertura straordinaria della Grotta di Madama.
Per chiunque volesse gustarsi e condividere l’arte al chiaro di luna, la Galleria degli Uffizi resterà aperta dalle 19 alle 22. Mentre per una vera “maratona” museale con apertura non-stop dalle 8.00 alle 24.00 basta raggiungere il Museo del Bargello, dove sarà la stessa direttrice, Paola D’Agostino, ad accogliere e condurre i visitatori tra le sale dell’edificio, svelando i segreti di alcuni capolavori.

Gli appassionati di Tintoretto non potranno perdersi, alle Gallerie dell’Accademia di Venezia, sabato 22 settembre, le visite guidate alla mostra Il giovane Tintoretto, in compagnia degli storici dell’arte del museo.

In questa festa dedicata all’arte, grande protagonista è la Capitale, il cui programma prevede, dalle ore 10.00 di sabato 22 alla sera di domenica 23 settembre, un ampio calendario di incontri. Dalla passeggiata tra le architetture, le fontane e giardini di Villa Borghese agli itinerari attraverso i grandi monumenti come l’Ara Pacis e i Mercati di Traiano o ancora alla Casina del Cardinal Bessarione, la lista degli appuntamenti è lunga.
Alla Galleria Nazionale - dove si terranno visite guidate alla scoperta dei depositi - i protagonisti saranno i più piccoli, grazie ai laboratori per le famiglie.
Anche Milano svelerà i suoi gioielli. Dal tour tra i tesori del Castello Sforzesco, ricco di pitture e arazzi, alla passeggiata tra i tesori del Duomo o del Teatro alla Scala, saranno anche qui due giorni di grande festa, con protagonista assoluta l’arte.



Leggi anche:


• Giornate Europee del Patrimonio

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >