Una produzione Sky nelle sale dal 4 al 10 ottobre

Arriva al cinema Michelangelo Infinito

Enrico Lo Verso, nel ruolo di Michelangelo, rievoca il ricordo del David, che si materializza come riflesso del monolite di marmo, all’interno della cava di marmo di Carrara, da cui si svolge la narrazione. Dal film Michelangelo Infinito. Courtesy of Sky tv
 

Samantha De Martin

06/06/2018

Roma - Infinito come la materia sulla quale ha posto la sua divina mano, infinito come le sue opere, come “la pietra che resiste, si ribella, talvolta respingendo o assecondando, al pari della vita stessa”.

Coinvolgente, poetico, innovativo, il nuovo film d’arte dedicato all’uomo e all’artista Michelangelo Buonarroti si preannuncia un evento cinematografico intenso, da non perdere.
Dal 4 al 10 ottobre
, infatti, "Michelangelo - Infinito", l’ultima produzione firmata Sky con Magnitudo Film - realizzata con la collaborazione dei Musei Vaticani e di Vatican Media, con il Riconoscimento del MIBACT -Direzione Generale Cinema, in collaborazione con il Consiglio Regionale della Toscana, con il Patrocinio dei Comuni di Firenze e di Carrara e con Media partner RTL 102.5 - porterà nelle sale un ritratto del maestro di forte impatto emotivo e visivo.

Schivo, inquieto, funambolo su un palcoscenico dominato dai forti contrasti e dal turbinìo delle passioni, ma anche dotato di grande coraggio nel sostenere le proprie convinzioni e ideologie, l’uomo Michelangelo procede di pari passo con l’artista in un racconto cinematografico che intreccia la scultura alla pittura, senza trascurare i disegni.

Alle spettacolari riprese in ultra definizione (4K HDR) e realizzate da punti di vista inediti ed esclusivi si affiancano le ricostruzioni sorprendenti attraverso evoluti e sofisticati effetti digitali.

A dare il volto al Buonarroti sarà Enrico Lo Verso - che ha anche vestito i panni di Raffaello nel docufilm dedicato al Principe delle Arti - invece Ivano Marescotti sarà Giorgio Vasari.

Protagonisti del film, il grande artista del Rinascimento, Michelangelo Buonarroti che fu scultore, pittore, architetto e poeta, e Giorgio Vasari, lo storico dell'arte autore del celebre libro di biografie di artisti vissuti tra il Trecento e il Cinquecento. L'ambientazione delle scene è il paesaggio sospeso delle Cave di Marmo di Carrara, immerse nel bianco assoluto.
L'artista rievoca i momenti salienti della sua vita e i suoi tormenti più intimi. Giorgio Vasari, narratore appassionato e famigliare, rievoca la dimensione storica e artistica della vita e delle opere del Buonarroti.
I loro ricordi intrecciati conducono lo spettatore nel univserso di Michelangelo attraverso coinvolgenti ricostruzioni storiche, sino ad arrivare al cuore del film: le sue opere immortali e ‘infinite’.

Il film sarà distribuito al cinema da Lucky Red, mentre la distribuzione internazionale è affidata a True Colours.


Leggi anche:

Raffaello, Il principe delle arti

• Raffaello - Il Principe delle arti in 3D - La nostra recensione

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >