Una "media coverage" nel nome dell'arte e del divertimento.

ARTE.it arriva da buon ultimo al Chiostro del Bramante per la mostra ENJOY

Martin Creed, Work No. 1584 Half the air in a given space, 2013, Palloncini rossi, Parti multiple, ogni palloncino 28 cm di diametro, dimensioni variabili | Courtesy of l’artista e Galleria Lorca n O’Neill
 

Ufficio Stampa

19/09/2017

Roma - Arriva all'ultimo istante l'adesione di ARTE.it all'attesissima mostra ENJOY. L’arte incontra il divertimento che apre sabato 23 settembre al Chiostro del Bramante. Un piccolo, ma prestigioso, ruolo quello ritagliato last minute dagli organizzatori del DART per l'editore digitale italiano - qui un "media coverage partner" che si unisce ai promotori e ai molti altri importanti partner a poche ore dall'apertura della mostra curata da Danilo Eccher e che vede riunite "sotto il segno del divertimento" le opere di artisti contemporanei del calibro di Alexander Calder, Mat Collishaw, Jean Tinguely, Leandro Erlich, Tony Oursler, Ernesto Neto, Piero Fogliati, Michael Lin, Gino De Dominicis, Erwin Wurm, Hans Op de Beeck, Studio 65, Martin Creed, Ryan Gander, teamLab .

"Quando ho visto per caso a fine agosto la pubblicità di ENJOY, ho capito subito che non potevamo mancare - spiega Piero Muscarà, co-founder e AD di ARTE.it - La nostra missione è mettere a sistema l'arte per renderla accessibile e facilmente fruibile al vasto pubblico italiano e internazionale degli art-lovers. L'arte che ci piace è "pop", nel senso che abbatte le barriere culturali create dai sacerdoti della cultura per tornare a svolgere la sua funzione primaria, quella di essere il primo, più antico veicolo di comunicazione universale creato dall'uomo. E questa è la ragione che d'istinto ci ha fatto abbracciare il nuovo, interessante progetto sviluppato dal Chiostro del Bramante, ENJOY. L'idea stessa di ritrovare il principio ludico, il divertimento, nell'arte oggi, è per noi una scelta rivoluzionaria".

"Siamo quindi molto grati a Natalia de Marco, Laura de Marco, Giulia de Marco e a tutto il team di DART Chiostro del Bramante per aver accettato questo nostro spontaneo gesto di adesione e averci accettati nella squadra, pur all'ultimo istante, pur nel mezzo di una complessa e impegnativa organizzazione. Speriamo questo sia l'inizio di una felice collaborazione, ARTE.it farà del proprio meglio per supportare un progetto che ci è piaciuto subito, a scatola chiusa. D'altra parte per chi come noi ha visto più e più volte e amato moltissimo
la precedente mostra-evento organizzata da DART e da Danilo Eccher -  continua Muscarà - non potevano esserci dubbi. Per ARTE.it essere presente da subito in questa nuova avventura è già un grande divertimento".

#enjoychiostro
 FOTO: Enjoy. L’Arte incontra il divertimento
COMUNICATO STAMPA DEL CHIOSTRO DEL BRAMANTE
 
Dopo il successo della originale mostra LOVE. L’Arte incontra l’amore, che ha registrato in sei mesi l’afflusso di 150mila spettatori, soprattutto giovani, il Chiostro del Bramante presenta ENJOY. L’arte incontra il divertimento, mostra di arte contemporanea a cura di Danilo Eccher.

Continua l’innovativo percorso programmatico a cura di DART Chiostro del Bramante proponendo ancora una volta una esposizione unica per la singolarità delle opere, che pone sotto la lente di ingrandimento le diverse possibilità percettive ad esse connesse. Una esperienza che lo spettatore può fare attraverso i linguaggi e le poetiche di alcuni tra i più importanti e provocatori protagonisti dell’arte contemporanea.
Talvolta infrangere le regole non significa trasgredire, ma ampliarne i confini. Una regola che il Chiostro del Bramante persegue da tempo nelle sue linee programmatiche, proponendo mostre fuori dagli schemi delle convenzioni espositive, dove l’originalità del percorso sta alla base del progetto ideativo.

Diventato Museo di riferimento in ambito nazionale ed internazionale anche dell’arte contemporanea, il Chiostro parte da questi presupposti per la mostra che proporrà dal 23 settembre 2017 al 25 febbraio 2018. Si chiama Enjoy e ha per sottotitolo l’Arte incontra il divertimento: locuzione emblematica che vuole indicare non solo una diversa modalità di vivere l’arte, ma soprattutto dare “spazio e spazialità” alle opere di artisti di acclamata fama. Infatti molti lavori sono site specific, pensati e costruiti dagli artisti ospiti proprio per gli ambienti del Chiostro del Bramante la cui organizzazione - che fa capo a DART - aggiunge alla creatività dell’esposizione un notevole sforzo produttivo proponendo opere inedite. Tra i grandi nomi allineati troviamo Tinguely, Calder, Fogliati, Erlich, Creed, Neto, Collishaw, Ourlser, Wurm, TeamLab, Hans op De Beeck, De Dominicis, Gander, i protagonisti del ‘900 storico e del terzo millennio, accomunati da un filo sotteso, il divertimento, assunto nell’accezione etimologica della parola: portare altrove.

L’altrove, l’altro da sé, il perdersi nei meandri dell’arte e dell’inconscio è ciò che accomuna il gesto di tutti gli artisti presenti in Enjoy, le cui opere guideranno il visitatore in un percorso invisibile ma fortemente tracciato, che prenderà vita in un incessante rapporto interattivo e giocoso, dove le diverse percezioni del “fuori da sé” avranno un ruolo fondamentale.

La dimensione del piacere, del gioco, del divertimento, dell’eccesso - afferma Danilo Eccher, curatore della mostra - sono sempre state componenti centrali dell’Arte; l’Arte sprofonda nel dolore ma si nutre di piaceri ed è sempre una danza di contrasti. L’illusione è una trasparenza che deforma la realtà, un’apparenza sottile dove tutto è possibile, suggerendo ora il dubbio dell’enigma, ora il sorriso della sorpresa”.

Ecco allora che in Enjoy, dalle sculture leggere di Alexander Calder, lo spettatore può perdersi nel labirinto infinito di specchi di Leandro Erlich per poi immergersi e riemergere dalle installazioni ludico-concettuali di Martin Creed o nei raffinati giochi di luci illusorie di TeamLab che prendono forma e mutano solo a contatto con il pubblico, o essere inseguiti dagli occhi indiscreti e inquietanti di Tony Oursler e trovarsi a contatto con i corpi deformati di Erwin Wurm e così via, di artista in artista, di sala in sala: il Chiostro del Bramante diventerà luogo elettivo di una realtà tutta da scoprire, che esiste in ogni istallazione (alcune di grandissime dimensioni), a una realtà che, tuttavia, può anche non esserci.
D’altra parte è proprio Paul Klee che ci dice: “L’arte non riproduce ciò che è visibile, ma rende visibile ciò che non sempre lo è”.

MOSTRA A CURA DI
Danilo Eccher
dal 23 settembre 2017 al 25 febbraio 2018 HASHTAG UFFICIALE
#enjoychiostro
INFO e PRENOTAZIONI
T / M +39 06 68809035 (Lunedì – Venerdì 10.00 / 17.00)
infomostra@chiostrodelbramante.it


MOSTRA PRODOTTA E ORGANIZZATA DA

DART Chiostro del Bramante

IN COLLABORAZIONE CON

Roma Capitale – Assessorato alla crescita culturale
Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali

Con il Patrocinio di

Ministero degli Esteri
Mibact
Regione Lazio
Roma Assessorato alla Crescita culturale
Ambasciata dell’ Argentina
Ambasciata dell’ Austria
Ambasciata del Brasile
Ambasciata della Svizzera
Ambasciata d’Inghilterra
Ambasciata Usa

Special Partner

JTI

Media Partner

Corriere della Sera

Sponsor

The Merchant of Venice

Media Coverage
ARTE.it
Wanted in Rome

Progetto di allestimento

KEY Comunicazione

Allestimento

Tagi 2000

Progetto immagine coordinata

Quattrozeroquattro

Realizzazione grafica in mostra

Key Comunicazione

Progetto didattico e visite guidate

Zeranta Edutainment srl

Audioguide

Start
Zeranta Edutainment srl

Catalogo

Silvana Editoriale

Biglietteria

DART Chiostro del Bramante

Biglietteria on line

Ticketone

Vedi anche:
• Enjoy. L’Arte incontra il divertimento
• FOTO: Enjoy! Sulla giostra dell'arte al Chiostro del Bramante
• Palloncini, specchi e amache giganti. L'arte del divertimento al Chiostro del Bramante
• Enjoy: quando il divertimento è arte che fa riflettere. Intervista a Danilo Eccher


COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >