L'opera è stata digitalizzata in 3D

Il Sarcofago degli Sposi e le nuove frontiere dei beni culturali

Sarcofago degli Sposi
 

E. Bramati

13/06/2014

Roma - Il Sarcofago degli Sposi, uno dei più importanti reperti del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma, potrà in futuro essere ammirato virtualmente in 3D.
E' stato appena presentato, infatti, il nuovo progetto realizzato dal team di ricercatori provenienti dalla Fondazione Kessler di Trento, dal Cnr-Itabc, dal Cnr-Isti e dall'Università di Bologna, coordinati dal Consorzio Cineca.

Grazie a elaborate tecniche fotografiche e fotogrammetriche sono state scattate più di 500 immagini in alta risoluzione e a breve distanza, che insieme hanno prodotto una replica digitalizzata dell'opera.

L'iniziativa, anticipata nel maggio 2013, si inserisce in un più ampio piano di collaborazione con il Museo della Storia di Bologna - Genus Bononiae, e il prossimo autunno si concretizzerà anche nell'esposizione "Gli Etruschi e l'Aldilà. Il viaggio oltre la vita tra capolavori e realtà virtuale”, allestita presso l'istituzione felsinea.

La ricostruzione digitale a grandezza reale del Sarcofago in terracotta, risalente al 520 a.C, sarà inserita per la prima volta in un ambiente altamente immersivo con proiezioni in "3D mapping" e accompagnata da una colonna sonora appositamente composta da Marco Robino.

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >