Dall'8 dicembre

Virgil, un robot al museo

 

L.S.

11/11/2014

Cuneo - Si chiama Virgil ed è un robot progettato per visitare i musei. La sua sperimentazione, la prima di questo genere in Italia, parte dal Castello di Racconigi (Cuneo), dove dall’8 dicembre i visitatori potranno affidarsi all’occhio digitale di questa guida tecnologica per esplorare e conoscere da un’inedita prospettiva ambienti normalmente preclusi alla vista, nell’ambito di un progetto di valorizzazione del patrimonio che potrebbe rivoluzionare la fruizione dei nostri beni culturali.

Se lo strumento, progettato e realizzato da Telecom in collaborazione con il Dipartimento di Architettura del Politecnico di Torino, l'associazione Terre di Savoia e Torino Wireless, dovesse rivelarsi una soluzione di successo, Virgil potrebbe attenderci in molto musei, a cominciare da quelli compresi nel Polo Reale di Torino e nell'associazione Terre Di Savoia che riunisce 53 comuni piemontesi, e potrebbe addirittura dar vita ad una rete capace di collegare tra loro gli spazi espositivi che lo adotteranno.


Consulta anche:
Un robot alla Tate

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >