Quando gli antipodi si incontrano

Opera di Franco Trinchinetti

 

Dal 03 Giugno 2019 al 09 Giugno 2019

Milano

Luogo: Studio Trinchinetti

Indirizzo: via Aurelio Saffi 11

Orari: da lunedì a domenica dalle ore 14 alle 19

Curatori: Vittorio Schieroni, Elena Amodeo

Telefono per informazioni: +39.333.4013626

E-Mail info: granchic@tin.it


Comunicato Stampa:
In occasione di Milano PhotoWeek e Photofestival l’ampio e storico Studio Trinchinetti di Via Aurelio Saffi 11 a Milano, tra le più suggestive e prestigiose location nel cuore della città, ospita un’importante mostra di quattro Maestri della fotografia: Franco TrinchinettiMarino ParisottoGérard Rancinan e Cristian Castelnuovo.
Quando gli antipodi si incontrano, a cura di Elena Amodeo e Vittorio Schieroni, presenta autori diversi tra loro per sensibilità e caratteristiche tecniche e stilistiche in un allestimento capace di mettere in risalto contrapposizioni e affinità tra le quattro differenti produzioni fotografiche sfruttando la versatilità e gli elementi distintivi dello studio, uno spazioso atelier che conserva un’atmosfera vintage e ricca di creatività.
A ospitare la mostra nel proprio studio è Franco Trinchinetti, celebre fotografo milanese di beauty e pubblicità tra i più apprezzati e noti nell’ambiente, le cui fotografie furono tra le più viste al mondo a cavallo degli anni Ottanta e Duemila. In esposizione una serie di sorprendenti scatti rivisitati dall’autore attraverso l’applicazione di materia pittorica a mano libera, un processo creativo che rende ogni opera un pezzo d’arte diverso da tutti gli altri, conferendo unicità e irripetibilità a un’immagine che è stata stampata e diffusa a livello planetario.
Ad accogliere il visitatore nella sala d’ingresso è una selezione di lavori di Marino Parisotto, affermato fotografo legato a marchi di fama mondiale. Il fotografo ha ritratto importanti personaggi del mondo del cinema e dello spettacolo, è un preferito di attori e cantanti come Hugh Grant, Eva Mendes, Patricia Kaas, Mylène Farmer. Celebrato con numerosi premi fotografici e riconoscimenti da parte dalla stampa, Marino Parisotto ha contribuito a innalzare la fotografia pubblicitaria a livello artistico creando immagini riconosciute e apprezzate dal pubblico e dalla critica. Romantico e visionario, è stato nominato dalla prestigiosa rivista Photo France quale uno tra i dieci migliori fotografi al mondo. Il suo motto è “IL MOVIMENTO CREA L’EMOZIONE”.
Una sezione della mostra è dedicata al fotografo francese Gérard Rancinan, presente in tutte le più grandi gallerie del mondo, ospite anche presso La Triennale di Milano. L’artista è presente con una grande opera e un’installazione composta da diverse immagini di piccolo formato. Ogni fotografia è un vero e proprio tableau vivant frutto di una complessa fase di progettazione e strutturazione del set per creare una composizione articolata e provocatoria: scatti che invitano a osservare da un punto di vista ironico e dissacrante le contraddizioni della società contemporanea.
A completare il percorso espositivo sono le stampe su PVC o carta di grandi dimensioni di Cristian Castelnuovo che ritraggono volti popolari tra le nuove generazioni di giovani italiani. Le opere della serie iGen, realizzate con colori brillanti e intensi come quelli dei fumetti e della grafica Pop, vogliono rappresentare i giovani della generazione iGen, i cosiddetti Centennials o Post-Millenials, comunicativi e costantemente connessi in rete, caratterizzati dal continuo uso della tecnologia e dal rapido accesso alle informazioni.

Bellezza, eleganza e genialità accomunano i quattro fotografi in esposizione, quattro sguardi diversi sul mondo che ci circonda, antipodi che si incontrano e confrontano all’interno di un evento esclusivo, attraverso una selezione di opere tale da sorprendere e affascinare.

La mostra è aperta al pubblico dal 3 al 9 giugno 2019 dalle ore 14 alle 19; il Cocktail Party di presentazione, organizzato in occasione della Milano PhotoWeek, si terrà giovedì 6 giugno 2019 dalle ore 19 alle 22.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI