Lancerotto. Il ritorno di un protagonista

© Lancerotto

 

Dal 07 Aprile 2017 al 25 Giugno 2017

Stra | Venezia

Luogo: Museo Nazionale di Villa Pisani

Curatori: Monica Pregnolato, Camillo Tonini

Enti promotori:

  • Città di Noale
  • Soprintendenza Archeologica delle Arti e Paesaggio per l'Area metropolitana di Venezia e le province di Belluno Padova e Treviso
  • MiBACT - Direzione Generale Musei - Polo Museale del Veneto. Patrocinio di Regione del Veneto
  • Città metropolitana di Venezia
  • Comune di Stra
  • Rotary Club Venezia

Costo del biglietto: intero € 10, ridotto € 7,50, residenti a Noale e nella Riviera del Brenta € 5, gratuito per cittadini UE minori di 18 anni. Ingresso gratuito ogni prima domenica del mese (include Parco, Villa e mostra fotografica Gli Italiani e la moda. 1860 - 1960)

Telefono per informazioni: +39 049 502074

E-Mail info: pm-ven.villapisani@beniculturali.it

Sito ufficiale: http://www.villapisani.beniculturali.it


Comunicato Stampa:
Nel Centenario della morte del pittore, è allestita nell’ideale cornice di Villa Pisani a Stra la mostra Lancerotto. Il ritorno di un protagonista, prima esposizione dedicata interamente all’artista noalese, che vuole essere un dovuto e definitivo riconoscimento del valore del ruolo di primaria rilevanza che Lancerotto ha ricoperto nella straordinaria stagione pittorica veneta tra Otto e Novecento.

In mostra sono esposti trentaquattro quadri provenienti dalla collezione civica di Noale, da musei pubblici e da collezioni private che ripropongono alla critica d’arte e al grande pubblico il lungo e variato percorso artistico di Egisto Lancerotto, dal godibile realismo pittorico, fino alle ultime opere che aprono al Simbolismo.

Hanno contribuito con i loro prestiti la Galleria d’Arte Moderna di Genova e la Fondazione Musei Civici di Venezia, che dedica nell’occasione all’artista noalese una sezione nella Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro e una nel Museo di Ca’ Rezzonico (ingresso ai Musei a pagamento). Un’ulteriore sezione della mostra sarà allestita a Noale, in Palazzo della Loggia, dove dal 29 aprile al 28 maggio (ingresso libero) si potranno ammirare L’assedio di Firenze, tela inamovibile per le sue grandi dimensioni, ed altri dipinti del maestro della collezione cittadina e di collezioni private.

La mostra di Villa Pisani, curata da Monica Pregnolato e Camillo Tonini, è stata realizzata dal Comune di Noale, con il sostegno della Regione del Veneto e in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per l’Area Metropolitana di Venezia e le Provincie di Belluno, Padova e Treviso e del Polo Museale del Veneto.

Contemporaneamente alla mostra dedicata ad Egisto Lancerotto a Villa Pisani sarà visitabile con un biglietto unico anche l’esposizione fotografica Gli Italiani e la moda. 1860 – 1960 che racconta, attraverso 300 fotografie originali, la storia affascinante di 100 anni di moda italiana. La mostra è promossa dalla Direzione del Polo Museale del Veneto e organizzata da Munus. 
Egisto Lancerotto (Noale 1847 – Venezia 1916), si è formato all’Accademia di Venezia in un periodo di numerose promesse artistiche, quali Guglielmo Ciardi, Giacomo Favretto, Pietro Fragiacomo, Alessandro Milesi, Luigi Nono, Ettore Tito, Federico Zandomeneghi, con cui dovette sempre confrontarsi durante tutta la sua lunga carriera artistica. Nondimeno, egli riuscì ad affermare il suo particolare segno pittorico e la scelta di soggetti singolari che lo distinguevano dagli altri protagonisti del secondo Ottocento veneto.

Per volere testamentario l’artista ha voluto legare alla sua città natale settantanove tele, oltre a bozzetti e disegni, che oggi costituiscono il nucleo più esauriente e qualitativamente valido della sua ampia produzione artistica. La Città di Noale, da allora, ha risposto con riconoscenza al generoso dono, impegnandosi con le varie Amministrazioni che si sono succedute a valorizzare la pittura del suo illustre concittadino e a diffonderne conoscenza e apprezzamento.

L’obiettivo principale di questa iniziativa espositiva nel Centenario della morte è quello di arrivare ad un nuovo e più meditato giudizio critico su Egisto Lancerotto, analizzando i temi ricorrenti che percorrono la sua pittura e cercando di fissare gli elementi personali e i punti di contatto con altri maestri e movimenti artistici a lui contemporanei che hanno segnato lo sviluppo della sua arte pittorica.

Il catalogo delle opere in esposizione (Edizioni Stilus, € 20,00), che prevede i contributi critici di autorevoli esperti dell’arte veneta del secondo Ottocento, è accompagnato dal catalogo delle opere di Lancerotto provenienti da collezioni private (Edizioni Stilus, € 30,00) 
Orario: 10.00/12.30 e 16.00/19.00 - festivi 10.00/19.00 chiuso il lunedì 

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF
COMMENTI
 
LA MAPPA
  MOSTRE
Indicazioni stradali da: