GAM - Galleria d'Arte Moderna Milano

Milano, Via Palestro 16

 
  • Indirizzo: Via Palestro 16
  • E-Mail: c.gam@comune.milano.it
  • Telefono: +39 02 88445943
  • Apertura: da martedì a domenica: ore 9 - 17.30 (ultimo accesso 30 minuti prima dell'orario di chiusura).
    Giorni di chiusura: 25 dicembre, 1° gennaio, Lunedì di Pasqua e 1° maggio
  • Costo: intero € 5, ridotto € 3 (over 65, studenti universitari e di accademie delle Belle arti, dipendenti dell'amministrazione comunale milanese)
    ingresso gratuito ogni giorno dalle ore 16.30 e tutti i martedì dalle ore 14.
    i biglietti si possono acquistare online (senza costi di prevendita)

    Hanno diritto all’ingresso gratuito:
    • i minori di 18 anni; 
    • insegnanti accompagnatori di scolaresche (fino ad un massimo di 4 per classe);
    • guide turistiche e interpreti turistici accompagnatori di gruppi (mediante esibizione di valida licenza, rilasciata dalla competente autorità);
    • portatori di handicap;
    • membri dell’icoM;
    • funzionari delle Soprintendenze statali e regionali;
    • giornalisti con tesserino di riconoscimento;
    • studiosi accreditati con permesso della direzione del Museo;
    • iscritti ad associazioni riconosciute a livello locale e nazionale aventi nelle proprie finalità la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale, storico, monumentale, naturalistico e ambientale.  
  • Trasporti: Metro: linea 1 (fermata Palestro), linea 3 (fermata Turati)
    Tram: linee 1, 2 (fermata cavour)
    Bus: linee 94, 61 (fermata Via Senato)
  • Durata Visita: 1 ora e 30 minuti circa
 
DESCRIZIONE:
Inaugurato nel 1921, il museo d’arte italiana ed europea dell’Ottocento e del primo Novecento è ospitato all’interno di Villa Belgiojoso. Attualmente è n corso di completamento il rinnovo parziale del percorso espositivo.
La collezione annovera opere di Andrea Appiani, principale protagonista del neoclassicismo a Milano, e due capolavori di Antonio Canova, in un confronto basilare per la comprensione dell'arte di questo periodo.
Seguono opere della ritrattistica, della produzione scultorea, del paesaggio (dalle prove tardo-settecentesche alle immagini già compiutamente romantiche), fino al soggetto storico mitologico interpretato dal protagonista del romanticismo lombardo, Francesco Hayez.
La stagione romantica è rappresentata dagli artisti principali (Vela, Grandi, Faruffini, Mosè Bianchi, Induno, Piccio) mentre della Scapigliatura la Galleria conserva i più celebri capolavori.
La collezione include opere di Segantini, Grubicy, Longoni, fino ai grandi dipinti di soggetto sociale di Morbelli, Sottocornola e Nomellini. 
Grazie alla presenza delle opere della Collezione Grassi, è possibile ammirare una raccolta di capolavori di pittura italiana e straniera dal XIII al XX secolo, insieme ad un nucleo di manufatti antichi dell'estremo oriente.
Il museo ospita inoltre la collezione Vismara che raccoglie opere di pittura e scultura del Novecento italiano (Modigliani, Gino Rossi, Pio Semeghini, Filippo De Pisis, Arturo TosiCarlo Carrà, Giorgio Morandi e Mario Sironi) e straniero (Picasso, Matisse, Renoir, Vuillard, Rouault, Dufy).


COMMENTI

LE MOSTRE

Mappa