Sabato 1° dicembre dalle 20 alle 2

Una notte di note, tra arte e poesia, nei musei di Roma

Zetèma | Museo di Roma a Palazzo Braschi
 

Samantha De Martin

27/11/2018

Roma - L’arte diventa spartito e si svela di notte, quando il silenzio fruga tra i dettagli facendone apprezzare la bellezza, e i musei si circondano di note, poesie, sonetti d’autore, diventando, in qualche caso, vere e proprie piste da ballo.
Come nel caso di BIT BY BIT, una performance-installazione multimediale pensata in site specific per il Museo dell'Ara Pacis dal gruppo Chiasma, con l’idea di ricreare una discoteca intorno al Museo con annesso dj set. Per l’occasione, La mostra Marcello Mastroianni sarà visitabile eccezionalmente con biglietto ridotto a 7 euro. Si tratta di uno degli appuntamenti messi in campo dall'iniziativa “Musei in Musica 2018” che si terrà il 1° dicembre dalle 20 alle 02, quando, al costo di un euro (o gratis per i possessori della MIC nei Musei Civici) si potranno visitare i Musei Civici straordinariamente aperti di sera, usufruendo di un ricco programma di mostre, concerti e spettacoli dal vivo.
La manifestazione, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e organizzata da Zètema Progetto Cultura, giunta quest’anno alla sua decima edizione, vedrà esibirsi circa 140 artisti, protagonisti di un centinaio di performance.

Il Museo archeologico e museo Aristaios dell’Auditorium Parco della Musica, il Palazzo delle Esposizioni, il Macro Asilo, il Polo museale de La Sapienza Università di Roma, il monumento a Vittorio Emanuele II e il Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo in collaborazione con il MiBAC, il Museo Ebraico di Roma, l’Accademia di Francia a Villa Medici apriranno per l’occasione le proprie sedi ai visitatori con mostre ed eventi.

Il programma è veramente ampio, e pertanto vi converrà visionare tutti gli appuntamenti selezionando quelli che non vorrete perdere.
I Musei Capitolini, cuore dell’evento, offrono un viaggio, dal sud Italia alla Turchia, tra i generi e le sonorità del Mediterraneo, mentre all’interno della Pinacoteca, nella Sala Pietro da Cortona, sarà eseguito lo Stabat Mater di Pergolesi, a cura del Conservatorio di Musica Santa Cecilia.
Protagoniste ai Mercati di Traiano-Museo dei Fori Imperiali saranno le canzoni di famose artiste africane e brasiliane interpretate dalla cantante angolana Tasha Rodrigues che accompagnerà i visitatori in un viaggio musicale dal titolo Agora Cross.

Dalle sonorità swing, jazz, boogie woogie del Museo di Roma (dove si potrà visitare anche la mostra Il Sorpasso. Quando l’Italia si mise a correre) si passa allo spettacolo di teatro e musica dal titolo Questo giardino che tu distruggi alla Casina delle Civette, in cui le melodie del Mediterraneo restituite in acustico dalla viola, dal contrabbasso e dalla kora del trio ViolaContraKora incontrano la poesia contemporanea recitata da Sista Bramini.

Alla Galleria d’Arte Moderna saranno invece di casa i suoni e gli slogan del ‘68, grazie al progetto musicale e sperimentale pensato da Giuliano Compagno in collaborazione con Teatro Mobile per celebrare il cinquantennale del 1968. Con l'occasione si potranno visitare le mostre Roma Città Moderna. Da Nathan al Sessantotto e Antonio Fraddosio. Le tute e l’acciaio.
Al Museo Napoleonico Manuela Kustermann e Melania Giglio recitano i sonetti di William Shakespeare intercalati da celebri brani musicali.

Saranno aperti con ingresso a 1 euro oppure, dove espressamente indicato, ridotto o gratuito anche il Palazzo delle Esposizioni con l’apertura, tra le altre, della mostra Pixar. 30 anni di animazione, il Macro Asilo con il Progetto Macro Asilo e le performance per chitarra elettrica solista del Festival Nuova Consonanza - Rocking up, il Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo con la mostra Armi e poteri nel Rinascimento.

Il Complesso del Vittoriano - Ala Brasini promuove invece un ingresso ridotto alle mostre Andy Warhol e Jackon Pollock, la scuola di New York, mentre al Museo Ebraico di Roma si potrà accedere al percorso Italiani di razza ebraica. Le leggi antisemite del 1938 e gli ebrei di Roma.

Al Museo di Roma in Trastevere, dove è in corso l’esposizione Lisetta Carmi. La bellezza della verità, il pubblico è invitato a immergersi nell’intervento di animazione artistica intitolato Carmika, mentre il MACRO propone un viaggio nel repertorio storico e più recente per chitarra elettrica solista.

Porte aperte anche all’Accademia di Francia, con una mostra incentrata sulla figura di Victor Hugo e su una sorprendente selezione di suoi disegni, all’Accademia di Ungheria, alla Casa Argentina, alla Casa dell’Architettura e al Museo del Videogioco. Anche La Sapienza Università di Roma farà le ore piccole a colpi di jazz e Carmina Burana e con l’apertura straordinaria dei musei all’interno dei dipartimenti.


Leggi anche:


• Lisetta Carmi. La bellezza della verità


• Il "Sorpasso" dell'Italia in 160 scatti

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >