Arte e riqualificazione

Un'opera di Land Art per l'Isola di San Secondo

 

L.S.

31/08/2015

Venezia - La piccola Isola di San Secondo, situata lungo il canale navigabile che collega la terraferma a Venezia, grazie ad una temporanea concessione da parte dell’Agenzia del Demanio, diventa protagonista di un programma di riqualificazione ambientale e di valorizzazione artistica ideato e curato da Anne Demijttenaere sul modello di Opera Bosco Museo di Arte nella Natura a Calcata (Viterbo).

Dal 31 agosto (e fino alla sua naturale decomposizione), dalla Laguna e dal Ponte della Libertà che unisce Mestre a Venezia, sarà visibile un’installazione collettiva permanente realizzata con materiale grezzo e in sintonia con il paesaggio circostante dagli artisti Francesca Checchi, Anne Demijttenaere, Hans-Hermann Koopmann, Maria Pia Picozza e Yongxu Wang e intitolata “Terra.Terra”.

L’impresa, cominciata con la pulizia dell’isola abbandonata da trent’anni da parte di gruppi di volontari reclutati da Legambiente, è stata ripresa dal designer e videomaker Jonas Clementoni, che realizzerà un video seguendo le fasi successive dell’intero progetto.



COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >