La mostra presenta 81 icone delle Gallerie fiorentine, costituenti il più antico nucleo collezionistico di icone russe esistente al di fuori del mondo ortodosso.
I due esemplari più antichi, un’icona mariana e quella raffigurante la Decollazione del Battista, sono databili fra la fine del XVI secolo e l’inizio del XVII e conservano ancora la coperta d’argento, detta oklad, che le rendeva gradite al gusto principesco di casa Medici, trovando posto fin dal Seicento fra le suppellettili della cappella di Palazzo Pitti.
Ad eccezione di pochi esemplari, tuttavia, la collezione giunse a Firenze in epoca lorenese ed è costituita per la maggior parte da icone databili alla prima metà del XVIII secolo; i caratteri stilistici che le accomunano sono tali da far supporre che possano essere state acquistate per piccoli gruppi in qualche bottega provinciale della Russia centrale. S’ignorano gli eventi che hanno portato questa raccolta a Firenze. Una scritta presente sul retro dell’icona con le Storie di Cristo porta a ipotizzare un legame con la chiesa ortodossa della Santissima Trinità di Livorno, eretta alla fine del sesto decennio del XVIII secolo con il favore del granduca Francesco Stefano di Lorena. Nell'ambito della strategia propagandistica messa in atto da Caterina di Russia durante la guerra con i Turchi (1768-1774), nel corso della quale la flotta russa soggiornò a Livorno, la zarina fece ricorso più volte a doni votivi, tributandoli anche alle comunità ortodosse d'occidente, ed è possibile che la collezione delle icone oggi agli Uffizi si origini in un episodio legato a questo particolare momento storico.
 

FOTO


La collezione delle icone russe agli Uffizi

Russia centrale, secondo quarto del XVIII secolo, tempera su tavola, cm 31,9 × 27,6 Firenze, Galleria degli Uffizi, Inv. 1890 n. 9322
Russia centrale, secondo quarto del XVIII secolo, tempera su tavola, cm 31,9 × 27,6 Firenze, Galleria degli Uffizi, Inv. 1890 n. 9322
   
 
  • Russia centrale, secondo quarto del XVIII secolo, tempera su tavola, cm 31,9 × 27,6 Firenze, Galleria degli Uffizi, Inv. 1890 n. 9322
  • Russia centrale, secondo quarto del XVIII secolo, tempera su tavola, cm 32,1 × 27,2 Firenze, Galleria degli Uffizi, Inv. 1890 n. 9352
  • Vetka, prima metà del XIX secolo, tempera su tavola, cm 44,3 × 37,3, Firenze, Galleria degli Uffizi, Inv. 1890 n. 9620
  • Russia centrale, secondo quarto del XVIII secolo, Madre di Dio di Kazan, Inv. 1890
  • Russia centrale, prima metà del XVIII secolo (1730 circa), tempera su tavola, cm 31 × 25,7, Firenze, Galleria degli Uffizi, inv. 1890 n. 9341
  • Vasilij Grjaznov, 1728, tempera su tavola, cm 31 × 25,5, Firenze, Galleria degli Uffizi, Inv. 1890 n. 9347
  • Russia centrale, secondo quarto del XVIII secolo, tempera su tavola, cm 35,6 × 30 Firenze, Galleria degli Uffizi, Inv. 1890 n. 9359
  • Bottega moscovita, Fine del XVI- inizio del XVII secolo, Decollazione del Battista, inv. 1890
   

COMMENTI

VEDI ANCHE


The Citi exhibition Manga マンガ foto | Arte intorno al Mondo | Londra | The British Museum | Dal 23 maggio al 26 agosto 2019 The Citi exhibition Manga マンガ Arte e narrativa si incontrano nella più grande mostra di manga mai realizzata al di fuori del Giappone.   I mille volti di Ercole foto | Torino | Venaria Reale | Fino al 29 settembre 2019 I mille volti di Ercole Il mito dell’eroe greco dall’antichità classica al XX secolo.   Ai tempi di Sebastiano Ricci, tra lasciti e rivalità foto | Belluno | Palazzo Fulcis | Dal 6 aprile al 22 settembre 2019 Ai tempi di Sebastiano Ricci, tra lasciti e rivalità Il ciclo di dipinti del Camerino d’Ercole di Sebastiano Ricci dialoga con i grandi del Settecento, diretti rivali od eredi del Maestro.   Elio Ciol. Dal Neorealismo ad Aquileia foto | Arte intorno al Mondo | Mosca | MAMM - Multimedia Art Museum | Dal 26 giugno al 26 luglio 2019 Elio Ciol. Dal Neorealismo ad Aquileia Il tributo di Mosca alla grande Fotografia getta un ponte tra culture, oltre i confini.   Il Rinascimento visto da Sud foto | Matera | Museo Nazionale di Arte Medievale e Moderna della Basilicata - Palazzo Lanfranchi | Dal 19 aprile - 19 agosto 2019 Il Rinascimento visto da Sud Come Matera, l’Italia meridionale e il Mediterraneo tra ‘400 e ‘500 divennero crocevia di civiltà.   Il Nudo negli occhi dell'Arte foto | San Benedetto del Tronto | Palazzina Azzurra | Dal 6 luglio al 6 ottobre 2019 Il Nudo negli occhi dell'Arte Artisti di ieri e di oggi si confrontano con l'eterno enigma del nudo, attraverso dipinti, sculture, fotografie video o ceramiche.   Nobuyoshi Araky - La poesia dell'esistere foto | Siena | Santa Maria della Scala | Dal 26 giugno al 30 settembre 2019 Nobuyoshi Araky - La poesia dell'esistere In mostra a Siena gli scatti provenienti da oltre venti serie firmate dal grande fotografo giapponese dai primi anni sessanta ad oggi.   De Chirico e il sottosopra metafisico della Pittura foto | Genova | Palazzo Ducale | Dal 30 marzo al 1° settembre 2019 De Chirico e il sottosopra metafisico della Pittura In mostra a Genova il mondo degli eterni ritorni di Giorgio de Chirico.   Andrea del Verrocchio, maestro del Tempo foto | Firenze | Palazzo Strozzi | Dal 9 marzo al 14 luglio 2019 Andrea del Verrocchio, maestro del Tempo Verrocchio, il maestro di Leonardo, ovvero quando lo spirito del tempo sbircia la sua epoca attraverso gli occhi di un singolo talento.   Fiorucci Stickers foto | Modena | Museo della Figurina | Dall'8 marzo al 25 agosto 2019 Fiorucci Stickers Un vitaminico tuffo negli anni '80 con le mitiche figurine di Fiorucci.   Caravaggio e l'incantesimo napoletano foto | Napoli | Museo e Real Bosco di Capodimonte | Dal 12 aprile al 14 luglio 2019 Caravaggio e l'incantesimo napoletano Tornano nella propria città natale i capolavori napoletani di Caravaggio.   Paradise Garage, o del Viaggio in Italia di Jeff Bark foto | Roma | Palazzo delle Esposizioni | Dal 7 giugno al 28 luglio 2019 Paradise Garage, o del Viaggio in Italia di Jeff Bark Per la prima personale italiana del fotografo statunitense, in mostra un corpus di opere inedite dedicate a Roma.