L'artigiano dell'architettura

Progetto di Carlo Scarpa
 

28/04/2003

"Le cose mi rivelano la loro essenza, solo quando le disegno" Carlo Scarpa Dieci anni dopo la presentazione di "Carlo Scarpa.L'altra città" nella sala maggiore del Museo della arti applicate (Mak) di Viennanel 1989, una nuova mostra dedicata al grande maestro, attinge dagli Archivi Anfodillo un numero considerevole di disegni e progetti originali. Opere inedite e mai mostrate al grande pubblico in un'esposizione dal titolo eloquente "Carlo Scarpa , l'artigiano dell'architettura". Disegni, progetti e modelli del grande architetto veneziano sono esposte nelle sale del museo, che nel 1999 ha acquistato l'ampio archivio della falegnameria di Saverio Anfodillo, coinvolto per decenni nella realizzazione delle opere di Scarpa. L'opera di Scarpa, a differenza di molti altri grandi architetti della modernità, è stata profondamente influenzata dal rispetto e dall' ammirazione dell'artigiano. Al Mak sono infatti raccolti schizzi e disegni a colori delle sue famose ristrutturazioni del Museo di Castelvecchio di Verona (1956-1964), dell'Aula magna dell'Universita' di Venezia (1954- 56), oppure della realizzazione del negozio Olivetti in Piazza San Marco (1958). Il nucleo centrale della mostra è dedicato alla straordinaria Tomba Brion di San Vito di Altivole che Scarpa realizzò tra il 1968 e il 1978. Il ruolo di Scarpa come uno dei padri del design di mobili viene documentato con disegni e modelli del suo famoso tavolo 'Doge'. Tutte opere realizzate in collaborazione con la tradizionale impresa di famiglia di Saverio Anfodillo, specializzata in lavori in legno e metallo. "Carlo Scarpa , l'artigiano dell'architettura" MAK Works on Paper RoomStubenring 5, A-1010 Vienna Fino al 14 settembre 2003 Martedì 10.00- 24.00 Mercoledì– Domenica 10.00- 18.00 Lunedì chiuso Informazioni(+43-1) 711 36-233 fax: (+43-1) 711 36-227 e-mail: presse@MAK.athttp://www.MAK.at

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >