Gli eventi per la Giornata del Braille

L’arte in punta di dita

Gallerie degli Uffizi | Giornata del Braille: gli Uffizi da toccare
 

Francesca Grego

20/02/2017

Ricorre domani, 21 febbraio, la Giornata Nazionale del Braille, il linguaggio tattile che a partire dal XIX secolo si è diffuso in numerosi paesi del mondo, permettendo alle persone non vedenti di leggere, scrivere, studiare, fissare e comunicare il proprio pensiero.
Oltre alla parola scritta, fino a pochi anni fa l’intera realtà delle arti visive era preclusa ai ciechi, ma dal 1993, anno di nascita del pionieristico Museo Tattile Omero di Ancona, qualcosa è cambiato.  Per celebrare la Giornata del Braille sono diverse le attività e le iniziative proposte dai musei italiani.

Firenze: Gallerie degli Uffizi

In prima linea le Gallerie degli Uffizi di Firenze, che inaugurano proprio domani il nuovo percorso dedicato della Galleria Palatina di Palazzo Pitti: una serie di sculture scelte in base al valore storico artistico e alle caratteristiche di materiali e superfici, dal Busto di Cosimo I di Baccio Bandinelli al Michelangelo Fanciullo di Emilio Zocchi, tutte corredate da materiale informativo in Braille e in caratteri speciali per ipovedenti, oltre che da piantine in rilievo del museo per una fruizione completamente autonoma.

Il nuovo itinerario Palatino va ad aggiungersi al percorso permanente della GAM, che dal 2015 include importanti opere dell’Ottocento e del Novecento, come la Testa colossale di Napoleone di Antonio Canova, e al ricco progetto Gli Uffizi da toccare, che insieme a celebri marmi antichi comprende la riproduzione tattile della Nascita di Venere del Botticelli. E proprio alla pittura sono dedicate le speciali visite guidate di domani, grazie alle copie a rilievo di quadri come la Madonna del Cardellino di Raffaello, la tavola centrale del Polittico di Badia di Giotto, la Madonna del Solletico di Masaccio.

Dal prossimo maggio prenderà il via Il giardino dei sensi, un percorso tattile e olfattivo dedicato ai non vedenti all’interno del bellissimo Giardino di Boboli, che unirà alle più moderne tecnologie profumati campioni di foglie, fiori e cortecce in grado di descrivere le singole sezioni del parco.

Da Roma a Napoli: il libro tattile

Grande festa al Palazzo delle Esposizioni di Roma per il finissage della mostra Sensi Unici. Un evento realizzato in collaborazione con Federazione Nazionale delle Istituzioni Pro Ciechi Onlus, che attraverso libri e opere tattili ha promosso nuove esperienze per educare e risvegliare i sensi di tutti: dai “pre-libri” di Bruno Munari ai libri cuciti di Maria Lai, fino alle raffinate realizzazioni di Katsumi Komagata, un viaggio nelle intersezioni tra manualità e scrittura, ben condensato dal commento dello scultore Giuseppe Penone: “È solo dopo aver posato le mani che si posa lo sguardo”.
Dopo tre mesi di eventi e laboratori, la mostra si chiude domani, 21 febbraio, con una tavola rotonda sull’accessibilità dell’arte e della scrittura. Le opere realizzate per l’occasione gireranno l’Italia con l’esposizione itinerante A spasso con le dita, che dal 2010 diffonde il libro tattile su tutto il territorio nazionale.

Anche a Napoli il libro tattile è al centro della giornata del Braille: i visitatori potranno scoprire le Gallerie d’Italia del prestigioso Palazzo Zevallos Stigliano con la speciale guida in rilievo realizzata dagli alunni del 38mo circolo didattico della città e si trasformeranno per un giorno in ciceroni d’eccezione. Le visite guidate, accessibili su prenotazione, avranno luogo dalle 10.00 alle 13.00.

COMMENTI
 
LA MAPPA
  NOTIZIE

VEDI ANCHE

Vedi tutte le notizie >