Fondazione di Roma
La leggendaria fondazione di Roma è datata 21 aprile, giorno che ancora oggi si celebra come Natale di Roma. Il giorno venne calcolato dallo storico Varrone. Il giorno in questione sarebbe quello in cui Romolo e Remo si scontrarono con la vittoria finale del primo che fondò la città sul Palatino e non sull’Aventino come avrebbe voluto il fratello.

Chiudi

Caduta dell’impero romano d’Occidente
Il generale barbaro Oreste detronizzò l’imperatore Giulio Nepote e lo sostituì con il figlio Romolo Augusto, che venne deposto dalla rivolta dei soldati mercenari. Questi proclamarono propria guida Oreste, che non si nominò imperatore di Roma, ma re d’Italia.

Chiudi

Carlo Magno incoronato re a San Pietro
Nella notte di Natale il re franco entrò nella basilica vaticana, dove venne incoronato imperatore dal pontefice Leone III. Ancora oggi non è chiaro se l’incoronazione fosse gradita o meno a Carlo, che così si trovò ad avere nell’imperatore d’Oriente un ennesimo nemico, poiché dal 476 fino ad allora la carica imperiale era rimasta appannaggio di Bisanzio.

Chiudi

Giubileo
Fu il primo Giubileo della storia, indetto da Bonifacio VIII che il 22 febbraio emanò la bolla Antiquorum habet fidem con cui veniva concessa l’indulgenza plenaria a tutti i fedeli che durante l’anno avessero visitato le basiliche di San Pietro e San Paolo fuori le mura. Per l’evento molti artisti ricevettero committenze e, tra questi, anche Giotto.

Chiudi

Cola di Rienzo
Il romano Nicola di Lorenzo Gabrini, meglio noto come Cola di Rienzo, riuscì a far sollevare il popolo contro la nobiltà romana: venne nominato tribuno nel mese di maggio e ad agosto proclamò la Repubblica. Il popolo lo abbandonò presto, fu così arrestato, ma poi fuggì a Praga. Nuovamente catturato ad Avignone e, grazie all’aiuto di Petrarca e Innocenzo VI, divenne senatore. Fu poi trucidato dal popolo infuriato per la sua politica repressiva.

Chiudi

Ritorno dei Papi da Avignone
La Cattività Avignonese, che portò la sede del papato nella città francese a partire dal 1309, terminò con il ritorno a Roma da parte di Gregorio XI. Da quel momento in poi la città, che era rimasta in uno stato di semi-abbandono per quasi un secolo, rifiorì lentamente

Chiudi

Fondazione dei Musei Capitolini
E' l’anno in cui Sisto IV della Rovere, donò simbolicamente alla città alcuni celeberrimi bronzi conservati nel Laterano, testimonianza dell’antica gloria di Roma. Il gruppo era costituito dalla Lupa, lo Spinario, il Camillo, la testa colossale di Costantino, la Palla Sansonis  e, naturalmente, il Marco Aurelio, che nel 1537 Michelangelo avrebbe spostato al centro della piazza capitolina.

Chiudi

Sacco di Roma
Il 6 maggio le truppe di mercenari imperiali, note come lanzichenecchi, al soldo di Carlo V d'Asburgo, invasero la città per punire lo Stato della Chiesa, colpevole di essersi alleato con la Francia nella Lega di Cognac. Clemente VII si rifugiò in Castel Sant’Angelo e Roma venne messa a ferro e fuoco. La peste fece desistere gli invasori solo nel febbraio del 1528. Il sacco causò la fuga di molti artisti e la cosiddetta diaspora degli allievi di Raffaello che influenzarono tutta Italia con le nuove tendenze pittoriche.

Chiudi

Repubblica Romana
Il 10 febbraio il generale francese Berthier invase Roma e depose il pontefice Pio VI; cinque giorni dopo, al grido di «il popolo solo è sovrano», venne dichiarata la Repubblica sull’esempio di quella francese giacobina post-rivoluzionaria. L’esperienza durò pochissimo, poiché già nel corso dell’ano 1800 lo Stato Pontificio fu ripristinato.

Chiudi

Annessione di Roma al Regno d’Italia
Il 20 settembre un manipolo di bersaglieri entrò in città aprendosi un varco nelle mura aureliane: fu la celebre Breccia di Porta che simbolicamente segnò la Presa di Roma e la fine dello Stato pontificio. L’anno seguente Roma sostituì Firenze come capitale d’Italia

Chiudi

Olimpiadi
E' stato uno degli eventi più importanti del XX secolo. Le opere realizzate per la XVII edizione dei giochi ancora oggi caratterizzano la città. Tra questi si ricordano il completamento dell’EUR (Palasport, Laghetto artificiale, ecc.), la sistemazione del Foro Italico. I grandi scenari di Roma antica fecero da teatro di molte gare, su tutte la maratona con l’arrivo su via dei Fori Imperiali, gli incontri di lotta, che si svolsero nella basilica di Massenzio e le gare di ginnastica nelle Terme di Caracalla

Chiudi
avanti indietro

Roma ATTRAVERSO I SECOLI