Bologna | Collezioni Comunali d'Arte | 17 marzo - 7 ottobre 2018

I capolavori delle Collezioni Comunali d'Arte si mostrano sotto una nuova luce.

Il restauro in corso a Palazzo d'Accursio, sede del museo civico nel cuore di Bologna, si è rivelato un'occasione preziosa per l'inusuale allestimento della mostra Creti, Canova, Hayez. La nascita del gusto moderno tra ‘700 e ‘800 nelle Collezioni Comunali d’Arte, cui seguiranno altre esposizioni in programma fino al termine dei lavori.

Le oltre 150 opere esposte, di cui alcune raramente visibili al pubblico, sono ordinate secondo diversi accostamenti inediti che invitano a soffermarsi sulla ripresa ricorrente di modelli di epoche precedenti da parte degli artisti del XVIII e il XIX secolo, mettendo a confronto stili e iconografie di grandi autori bolognesi e non, sulle tracce della nascita del gusto contemporaneo.

Così, i capolavori dislocati a causa dell'inizio dei lavori di ripristino degli ambienti che li ospitavano, si trovano a dialogare con le opere vicine innescando nuove e inaspettate chiavi di lettura della storia dell'arte. Attraverso le inestimabili opere d’arte custodite da cinque secoli dal Palazzo Comunale si incontrano nel nuovo allestimento figure di grandi maestri come Donato Creti, Antonio Canova e Francesco Hayez, ma nache i protagonisti del rinnovamento stilistico dei due decenni a cavallo dell’Unità d’Italia (1860-1880), come, tra gli altri, Raffaele Faccioli, Antonio Mancini, Coriolano Vighi, e ancora Pelagio Palagi (Bologna, 1775 - Torino, 1860), che attraversò diverse correnti culturali espresse dall'arte nel coso del XIX secolo.

Vedi anche:
Creti, Canova, Hayez. La nascita del gusto moderno tra ‘700 e ‘800 nelle Collezioni Comunali d’Arte
 

FOTO


Incontri inediti a Palazzo d'Accursio

Donato Creti (Cremona, 1671 - Bologna, 1749), Il piccolo Achille viene affidato al centauro Chirone, 1714 circa, Olio su tela, 164 x 124 cm
Donato Creti (Cremona, 1671 - Bologna, 1749), Il piccolo Achille viene affidato al centauro Chirone, 1714 circa, Olio su tela, 164 x 124 cm
   
 
  • Donato Creti (Cremona, 1671 - Bologna, 1749), Il piccolo Achille viene affidato al centauro Chirone, 1714 circa, Olio su tela, 164 x 124 cm
  • Francesco Hayez (Venezia, 1791 - Milano, 1882), Ruth, 1853, Olio su tela, 100 x 138 cm
  • Francesco Hayez, Studio di guerriero seduto, 1813-14, Olio su tela, 70 x 95 cm
  • Karl Pavlovic Brjullov (Pietroburgo, 1799 - Manziana, 1852), Ritratto di Cincinnato Baruzzi,1833 - 1834, Olio su tela, 62 x 76 cm
  • Alfredo Savini (Bologna, 1868 - Verona, 1924), Auxilium ex alto, 1896, Olio su tela, 245 x 276 cm
  • Antonio Mancini (Roma, 1852 - 1930), Modellina, 1874-1880, Olio su tela, 27 x 41 cm
   

COMMENTI

VEDI ANCHE


I simboli di Previati, il Maestro che guardava al futuro foto | Ferrara | Castello Estense | Fino al dicembre 2020 I simboli di Previati, il Maestro che guardava al futuro Ferrara onora Gaetano Previati con una grande mostra dedicata alla sua opera, alchimia artistica tra Simbolismo e Futurimo a cavallo tra due secoli.   Yves Klein. Les éléments et le couleurs foto | Mondo | Domaine des Etangs di Massignac | Dal 25 giugno 2020 al 29 gennaio 2021 Yves Klein. Les éléments et le couleurs Una rara opportunità per scoprire, attraverso una visione trasversale e tematica, l'opera di Yves Klein, precursore di molte Arti.   Aquileia. Patrimonio dell'Umanità foto | Aquileia. Patrimonio dell'Umanità Aquileia. Patrimonio dell'Umanità Alla scoperta dei tesori del sito UNESCO di Aquileia, la città friulana con 2200 anni di storia.   HIC SUNT LEONES o del paradosso dietro l'angolo foto | Roma | WeGil | dal 22 luglio al 31 agosto 2020 HIC SUNT LEONES o del paradosso dietro l'angolo Nel cuore dell'estate romana di un'annata epocale, Max Papeschi si ritrova ad innescare un puntualissimo cortocircuito spaziotemporale.   Caravaggio, il trionfo della bellezza foto | Le opere più belle di Michelangelo Merisi Caravaggio, il trionfo della bellezza La luce, l'intensità, la natura e gli uomini.   Elliott Erwitt. Icons foto | Rome | WeGil | Dal 18 maggio al 12 luglio 2020 Elliott Erwitt. Icons Riapre a Roma il 18 maggio 2020, con proroga fino al 12 luglio, la mostra dedicata ad uno dei più grandi Maestri della fotografia contemporanea.   Tiziano, un secolo di capolavori foto | Tiziano Tiziano, un secolo di capolavori Le mille sfumature del Cinquecento nei capolavori di Tiziano.   Da Il bacio di Klimt a Il bacio di Hayez, l'amore nell'arte foto | Viaggio nell'arte e nell'amore Da Il bacio di Klimt a Il bacio di Hayez, l'amore nell'arte Da Klimt, a Hayez, Rodin e Caravaggio. Quando l'arte incontra l'amore.   Giambattista Piranesi. Architetto senza tempo foto | Bassano del Grappa | Palazzo Sturm | Dal 20 giugno al 19 ottobre 2020 Giambattista Piranesi. Architetto senza tempo La città di Bassano del Grappa celebra con una grande mostra il terzo centenario della nascita del massimo protagonista dell’incisione veneta del Settecento.   Il Racconto della Montagna nella pittura tra Ottocento e Novecento foto | Conegliano | Palazzo Sarcinelli | Dal 12 giugno all'8 dicembre 2020 Il Racconto della Montagna nella pittura tra Ottocento e Novecento Un inno alla natura e alla libertà in mostra a Conegliano, Giandomenico Romanelli e Franca Lugato esplorano il tema della montagna a partitre dal'immaginario artistico di metà Ottocento.   Tra i Capolavori delle Gallerie dell'Accademia di Venezia foto | Riapertura delle Gallerie dell'Accademia di Venezia Tra i Capolavori delle Gallerie dell'Accademia di Venezia Breve viaggio tra alcuni dei capolavori custoditi alle Gallerie dell'Accademia di Venezia: un tesoro da riscoprire.   Canova a Roma e l'immortalità del genio foto | Museo di Roma | Fino al 21 giugno 2020 Canova a Roma e l'immortalità del genio Riaperture: una mostra evento dedicata al legame di Antonio Canova con la Città Eterna.