Madonna della Rosa

 
DESCRIZIONE:
Del dipinto su tavola intitolato Madonna della Rosa, eseguito da Raffaello Sanzio e aiuti, presumibilmente Giulio Romano o Giovan Francesco Penni, intorno al 1518 e conservato al Museo del Prado di Madrid, non si hanno notizie certe prima del 1667, epoca in cui si trovava al monastero dell'Escorial. Ne esiste una copia forse autografa o comunque antica in una collezione privata di Bogotà (Madonna di Bogotà).

L'opera raffigura la Vergine che tiene in braccio il Bambino, al quale San Giovannino n presenza di San Giuseppe porge un cartiglio con le parole Agnus Dei i. L'iscrizione latina significa "Agnello di Dio" e si riferisce alla Passione di Cristo, che si sacrificò come gli agnelli durante le funzioni pasquali degli ebrei.

La composizione del dipinto si ispira alla Madonna dei Fusi di Leonardo da Vinci, che probabilmente incontrò Raffaello nel suo ultimo soggiorno a Roma tra il 1513 e il 1516. Il titolo dell'opera si riferisce alla rosa posta sul tavolo in primo piano, anche se oggi è ormai considerata un'aggiunta successiva: tutta la parte inferiore è infatti assente in molte delle numerose repliche.
COMMENTI
Mappa