Sulle tracce del maestro del Barocco
Artista brillante e versatile, Pieter Paul Rubens parlava diverse lingue, era un collezionista di opere d'arte, aveva progettato personalmente la propria abitazione, aveva viaggiato in Europa come diplomatico ed era interessato alla scienza.
Ma soprattutto è a lui che si deve la nascita del Barocco.

La mostra “Pietro Paolo Rubens e la nascita del Barocco” che Palazzo Reale a Milano dedica all’artista fiammingo e in calendario fino al 26 Febbraio, è lo spunto per un viaggio ad Anversa, città dove l’artista dimorò definitivamente dal suo rientro dall’Italia fino al 1640.
 
Lo splendido Palazzetto di Rubens con l’atelier del maestro e un magnifico giardino, la Cattedrale e le chiese di San Carlo Borromeo e San Giacomo che custodiscono importanti interventi di Rubens, i musei della città dove sono conservate molte opere dell’artista, sono espressione del genio che ha reso celebre nel mondo la città di Anversa.
 

FOTO


Itinerario ad Anversa, casa di Pieter Paul Rubens

Pieter Paul Rubens, Venus Frigida, 1614, Anversa, Museo Reale delle Belle Arti
Pieter Paul Rubens, Venus Frigida, 1614, Anversa, Museo Reale delle Belle Arti

"Senza Cerere e Bacco, Venere si raffredda", ha scritto l'antico autore romano Terenzio. In altre parole, "Non c’è amore senza pane e vino". Il detto secolare aveva ispirato numerosi artisti a partire dal Rinascimento, Pieter Paul Rubens incluso. Questa Venere Frigida è una delle poche opere che il maestro di Anversa in realtà firmato e datato.
   
 
  • Pieter Paul Rubens, Autoritratto, 1630 ca., Antwerp, Rubens House | © Beeldarchief Collectie AntwerpenPieter Paul Rubens è probabilmente il cittadino più illustre di Anversa. A lui si deve la nascita dello stile Barocco. Nato nel 1568, si trasferì con la madre ad Anversa nel 1589 dove fu introdotto agli studi umanistici. Tra i suoi insegnati i maestri Otto van Veen e Jan Brueghel il Vecchio.
  • Veduta di Anversa | © www.milo-profi.beNel 1600 Rubens partì alla volta dell’Italia dove rimase per otto anni. A Venezia studiò Tiziano, Veronese e Tintoretto. A Mantova divenne pittore di corte presso i Gonzaga. A Roma conobbe le opere dei Carracci e di Caravaggio e si applicò alla copia dei modelli di Michelangelo e Raffaello.
  • Il giardino del Palazzetto di Rubens ad Anversa | © Antwerpen Toerisme en CongresTornato ad Anversa nel 1608, Pieter Paul Rubens divenne il principale esponente del Barocco nelle Fiandre. In città è da visitare Rubenhuis, la casa-museo dove l’artista visse fino alla sua morte nel 1640.  
  • L’atelier del pittore nel Palazzetto ad Anversa | 2007 © Bart HuysmansLa visita alla Casa di Rubens regala uno scorcio nelle atmosfere Seicentesche che circondavano il padrone di casa, e negli spazi dove l’artista lavorava. La collezione permanente annovera un gran numero di opere del maestro e dei suoi contemporanei. Il Palazzetto di Rubens sul Wapper non era ancora completato quando l'artista fu chiamato a lavorare presso la chiesa dei Gesuiti poco distante.
  • Facciata della Chiesa di San Carlo Borromeo, Anversa | sigridspinnox.comPer la Chiesa di San Carlo Borromeo ad Anversa Pieter Paul Rubens fece 39 schizzi preparatori del ciclo di affreschi della volta e fu aiutato nella realizzazione dell’opera dal suo assistente Van Dyck. Purtroppo un incendiò nel 1718 distrusse il tetto della chiesa e gli affreschi andarono per sempre perduti.
  • Pala d'Altare della Chiesa di San Carlo Borromeo | © VISITFLANDERSNell’altare maggiore della Chiesa di San Borromeo ad Anversa è in funzione un sistema di carrucole che permette di alternare quattro pale a seconda della liturgia. Le due pale realizzate da Rubens per l’altare maggiore sono oggi conservate al Kunsthistorisches Museum di Vienna.
  • Statua di Rubens presso la Groenplaats di Anversa | © Chris JacobsLa Groenplaats, letteralmente
  • Cattedrale di Nostra Signora, Anversa | © Dave Van LaereRealizzata tra il XIV e il XVI secolo, la Cattedrale di Nostra Signora è un edificio imponente. L’interno è suddiviso in 7 navate, decorato con 125 colonne e conserva alcune delle principali opere di Rubens: l’Innalzamento della Croce (1610-11), l’Assunzione della Vergine Maria (1626) e il Trittico dalla Deposizione dalla Croce (1611-1614).
  • Pieter Paul Rubens, Innalzamento della Croce, 1610 - 1611 | © Onze-Lieve-Vrouwekathedraal AntwerpenIl dipinto dell’Innalzamento della Croce, eseguito da Pieter Paul Rubens tra il 1610 e il 1611,  faceva originariamente parte del trittico di una chiesa di Santa Valpurga, ora non più esistente.
  • La chiesa di San Giacomo Maggiore (Sint-Jacobskerk) ad Anversa 1491 - 1656E’ qui presso la chiesa di San Giacomo di Anversa che si trova la tomba di Pieter Paul Rubens. La chiesa conserva anche una Madonna di Guido Reni.
  • Pieter Paul Rubens, La Nostra Signora con i Santi, Particolare, 1634, Olio su tela, Chiesa di San Giacomo, Anversa
  • Anversa, Museum Plantin-Moretus (sala interna)Presso il Museo Plantin-Moretus è conservato uno dei taccuini di Rubens con 44 disegni eseguiti a penna e inchiostro, ispirati alla Danse macabre di Hans Holbein.
  • Pieter Paul Rubens, Ercole e il Leone di Nemea, Museo Plantin-Moretus, AnversaIl disegno di Pieter Paul Rubens, eseguito in gesso rosso e nero e conservato presso il Museo Plantin-Moretus di Anversa, mostra l'antico eroe Ercole nel mezzo. Ercole si piega leggermente in avanti mentre schiaccia la testa del Leone di Nemea con il braccio sinistro.
  • Anversa, Museo Reale di Belle Arti, sala internaIl Museo Reale di Belle Arti di Anversa (KMSKA) conserva oltre 7600 tra dipinti, sculture, disegni e stampe. Si tratta delle più importanti opere dei Primitivi Fiamminghi, di Peter Paul Rubens e del Barocco, Henri De Braekeleer e degli espressionisti fiamminghi.
  • Pieter Paul Rubens, Venus Frigida, 1614, Anversa, Museo Reale delle Belle Arti
   

COMMENTI

VEDI ANCHE


Yōkai. Le Antiche Stampe dei Mostri Giapponesi foto | Villa Reale di Monza | Dal 30 aprile al 9 ottobre 2022 Yōkai. Le Antiche Stampe dei Mostri Giapponesi Un'immersione nel mondo dei mostri giapponesi, tra folklore e storia dell'arte, mitologia greca e teologia, leggende e storia della scienza occidentale.   La Brixia cancellata di Emilio Isgrò foto | Parco Archeologico di Brescia Romana / Museo di Santa Giulia | Dal 23 giugno 2022 all'8 gennaio 2023 La Brixia cancellata di Emilio Isgrò Va in scena a Brescia un inedito progetto espositivo che si dipana tra archeologia ed arte contemporanea, tra cultura classica, passato e presente.   Fabrizio Clerici. L’atlante del meraviglioso foto | Roma | Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea | Dal 28 giugno al 2 ottobre 2022 Fabrizio Clerici. L’atlante del meraviglioso Un viaggio visionario e collettivo nell’immaginario di un grande protagonista dell’arte italiana del Novecento.   Espressionismo svizzero foto | Museo Archeologico Regionale di Aosta | Dal 25 giugno al 23 ottobre 2022 Espressionismo svizzero Dalla Svizzera ad Aosta, una mostra inedita conduce alla scoperta di una stagione straordinaria, ma ancora poco nota, dell’arte del Novecento.   Federico da Montefeltro e Francesco di Giorgio: Urbino crocevia delle arti foto | Palazzo Ducale di Urbino | Dal 23 giugno al 10 settembre 2022 Federico da Montefeltro e Francesco di Giorgio: Urbino crocevia delle arti Un intenso viaggio nella storia di Urbino e della sua corte in compagnia del duca Federico e dell'architetto Francesco di Giorgio.   Eteria foto | Catania | Palazzo della Cultura | Dal 16 giugno al 16 ottobre 2022 Eteria La verità oltre il glamour: la denuncia pop di Andrea Chisesi tra ciò che è stato e continua ad essere.   Tiziano. Dialoghi di Natura e di Amore foto | Roma | Galleria Borghese | Dal 14 giugno al 18 settembre 2022 Tiziano. Dialoghi di Natura e di Amore Da Vienna a Roma, i capolavori di Tiziano si incontrano a Villa Borghese   Vittore Grubicy de Dragon foto | Museo della Città di Livorno | Dall'8 aprile al 10 luglio 2022 Vittore Grubicy de Dragon In mostra a Livorno l'intenso ritratto di un grande intellettuale-artista dal profilo internazionale e il suo lascito al mondo dell'arte.   Klimt. L’uomo, l’artista, il suo mondo foto | Piacenza | Fino al 24 luglio 2022 alla Galleria d'Arte Moderna Ricci Oddi Klimt. L’uomo, l’artista, il suo mondo Il multiforme universo di Klimt in mostra a Piacenza per un'occasione unica.   Un racconto per immagini di Lorenzo Cicconi Massi foto | Milano | Still Fotografia | Dall'11 al 29 maggio 2022 Un racconto per immagini di Lorenzo Cicconi Massi Un viaggio inusuale nelle terre del Prosecco Superiore sospeso tra la concretezza del reale e l'ineffabilità degli universi interiori che lo popolano.   Tutankhamon. L’ultima mostra foto | Al cinema | 9 / 10 / 11 maggio 2022 Tutankhamon. L’ultima mostra Un film documentario celebra i 100 anni dall'epocale scoperta della tomba del faraone bambino con immagini esclusive e la voce narrante di Manuel Agnelli.   WESTON & Co. foto | Brescia Photo Festival | Museo di Santa Giulia | Dal 31 marzo al 24 luglio 2022 WESTON & Co. La rivoluzione visiva della famiglia Weston, dall'iconico Eward ai suoi eredi un viaggio nella storia della fotografia.