Sulle tracce del maestro del Barocco
Artista brillante e versatile, Pieter Paul Rubens parlava diverse lingue, era un collezionista di opere d'arte, aveva progettato personalmente la propria abitazione, aveva viaggiato in Europa come diplomatico ed era interessato alla scienza.
Ma soprattutto è a lui che si deve la nascita del Barocco.

La mostra “Pietro Paolo Rubens e la nascita del Barocco” che Palazzo Reale a Milano dedica all’artista fiammingo e in calendario fino al 26 Febbraio, è lo spunto per un viaggio ad Anversa, città dove l’artista dimorò definitivamente dal suo rientro dall’Italia fino al 1640.
 
Lo splendido Palazzetto di Rubens con l’atelier del maestro e un magnifico giardino, la Cattedrale e le chiese di San Carlo Borromeo e San Giacomo che custodiscono importanti interventi di Rubens, i musei della città dove sono conservate molte opere dell’artista, sono espressione del genio che ha reso celebre nel mondo la città di Anversa.
 

FOTO


Itinerario ad Anversa, casa di Pieter Paul Rubens

Pieter Paul Rubens, Ercole e il Leone di Nemea, Museo Plantin-Moretus, AnversaIl disegno di Pieter Paul Rubens, eseguito in gesso rosso e nero e conservato presso il Museo Plantin-Moretus di Anversa, mostra l'antico eroe Ercole nel mezzo. Ercole si piega leggermente in avanti mentre schiaccia la testa del Leone di Nemea con il braccio sinistro.
Pieter Paul Rubens, Ercole e il Leone di Nemea, Museo Plantin-Moretus, Anversa

Il disegno di Pieter Paul Rubens, eseguito in gesso rosso e nero e conservato presso il Museo Plantin-Moretus di Anversa, mostra l'antico eroe Ercole nel mezzo. Ercole si piega leggermente in avanti mentre schiaccia la testa del Leone di Nemea con il braccio sinistro.

   
 
  • Pieter Paul Rubens, Autoritratto, 1630 ca., Antwerp, Rubens House | © Beeldarchief Collectie AntwerpenPieter Paul Rubens è probabilmente il cittadino più illustre di Anversa. A lui si deve la nascita dello stile Barocco. Nato nel 1568, si trasferì con la madre ad Anversa nel 1589 dove fu introdotto agli studi umanistici. Tra i suoi insegnati i maestri Otto van Veen e Jan Brueghel il Vecchio.
  • Veduta di Anversa | © www.milo-profi.beNel 1600 Rubens partì alla volta dell’Italia dove rimase per otto anni. A Venezia studiò Tiziano, Veronese e Tintoretto. A Mantova divenne pittore di corte presso i Gonzaga. A Roma conobbe le opere dei Carracci e di Caravaggio e si applicò alla copia dei modelli di Michelangelo e Raffaello.
  • Il giardino del Palazzetto di Rubens ad Anversa | © Antwerpen Toerisme en CongresTornato ad Anversa nel 1608, Pieter Paul Rubens divenne il principale esponente del Barocco nelle Fiandre. In città è da visitare Rubenhuis, la casa-museo dove l’artista visse fino alla sua morte nel 1640.  
  • L’atelier del pittore nel Palazzetto ad Anversa | 2007 © Bart HuysmansLa visita alla Casa di Rubens regala uno scorcio nelle atmosfere Seicentesche che circondavano il padrone di casa, e negli spazi dove l’artista lavorava. La collezione permanente annovera un gran numero di opere del maestro e dei suoi contemporanei. Il Palazzetto di Rubens sul Wapper non era ancora completato quando l'artista fu chiamato a lavorare presso la chiesa dei Gesuiti poco distante.
  • Facciata della Chiesa di San Carlo Borromeo, Anversa | sigridspinnox.comPer la Chiesa di San Carlo Borromeo ad Anversa Pieter Paul Rubens fece 39 schizzi preparatori del ciclo di affreschi della volta e fu aiutato nella realizzazione dell’opera dal suo assistente Van Dyck. Purtroppo un incendiò nel 1718 distrusse il tetto della chiesa e gli affreschi andarono per sempre perduti.
  • Pala d'Altare della Chiesa di San Carlo Borromeo | © VISITFLANDERSNell’altare maggiore della Chiesa di San Borromeo ad Anversa è in funzione un sistema di carrucole che permette di alternare quattro pale a seconda della liturgia. Le due pale realizzate da Rubens per l’altare maggiore sono oggi conservate al Kunsthistorisches Museum di Vienna.
  • Statua di Rubens presso la Groenplaats di Anversa | © Chris JacobsLa Groenplaats, letteralmente
  • Cattedrale di Nostra Signora, Anversa | © Dave Van LaereRealizzata tra il XIV e il XVI secolo, la Cattedrale di Nostra Signora è un edificio imponente. L’interno è suddiviso in 7 navate, decorato con 125 colonne e conserva alcune delle principali opere di Rubens: l’Innalzamento della Croce (1610-11), l’Assunzione della Vergine Maria (1626) e il Trittico dalla Deposizione dalla Croce (1611-1614).
  • Pieter Paul Rubens, Innalzamento della Croce, 1610 - 1611 | © Onze-Lieve-Vrouwekathedraal AntwerpenIl dipinto dell’Innalzamento della Croce, eseguito da Pieter Paul Rubens tra il 1610 e il 1611,  faceva originariamente parte del trittico di una chiesa di Santa Valpurga, ora non più esistente.
  • La chiesa di San Giacomo Maggiore (Sint-Jacobskerk) ad Anversa 1491 - 1656E’ qui presso la chiesa di San Giacomo di Anversa che si trova la tomba di Pieter Paul Rubens. La chiesa conserva anche una Madonna di Guido Reni.
  • Pieter Paul Rubens, La Nostra Signora con i Santi, Particolare, 1634, Olio su tela, Chiesa di San Giacomo, Anversa
  • Anversa, Museum Plantin-Moretus (sala interna)Presso il Museo Plantin-Moretus è conservato uno dei taccuini di Rubens con 44 disegni eseguiti a penna e inchiostro, ispirati alla Danse macabre di Hans Holbein.
  • Pieter Paul Rubens, Ercole e il Leone di Nemea, Museo Plantin-Moretus, AnversaIl disegno di Pieter Paul Rubens, eseguito in gesso rosso e nero e conservato presso il Museo Plantin-Moretus di Anversa, mostra l'antico eroe Ercole nel mezzo. Ercole si piega leggermente in avanti mentre schiaccia la testa del Leone di Nemea con il braccio sinistro.
  • Anversa, Museo Reale di Belle Arti, sala internaIl Museo Reale di Belle Arti di Anversa (KMSKA) conserva oltre 7600 tra dipinti, sculture, disegni e stampe. Si tratta delle più importanti opere dei Primitivi Fiamminghi, di Peter Paul Rubens e del Barocco, Henri De Braekeleer e degli espressionisti fiamminghi.
  • Pieter Paul Rubens, Venus Frigida, 1614, Anversa, Museo Reale delle Belle Arti
   

COMMENTI

VEDI ANCHE


Raffaello eterno: dalle Scuderie del Quirinale al grande schermo foto | Al cinema | Il 13, 14 e 15 settembre 2021 Raffaello eterno: dalle Scuderie del Quirinale al grande schermo L'Arte ritorna al cinema il 13, 14 e 15 settembre 2021, con il documentario sulla più grande mostra dedicata a Raffaello Sanzio.   Nuove ali al serpente di bronzo eretto al castigo foto | Gallerie dell’Accademia di Venezia | 31 agosto 2021 Nuove ali al serpente di bronzo eretto al castigo Visual reportage d'artista firmato da Alvise Bittente per l'apertura al pubblico dei due nuovi saloni dedicati alla pittura di Sei e Settecento alle Gallerie dell'Accademia di Venezia.   Palcoscenici Archeologici foto | Fondazione Brescia Musei | Dall'11 giugno 2021 al 9 gennaio 2022 Palcoscenici Archeologici Tra archeologia e contemporaneo, otto opere di Francesco Vezzoli celebrano il ritorno della Vittoria Alata a Brescia.   Dante. La visione dell’arte foto | Forlì | Musei San Domenico | Dal 1° aprile all'11 luglio 2021 Dante. La visione dell’arte Forlì e gli Uffizi celebrano il settecentenario della morte di Dante Alghieri con una grande mostra nel segno della rinascita.   Il firmamento di Nexo+ foto | Online su nexoplus.it Il firmamento di Nexo+ Dall’arte al cinema, dal teatro alla musica, dall'antichità all'oggi, l'intrattenimento di qualità si chiama Nexo+.   Ottone Rosai: nuova luce su un passato di arte e ombre foto | Montevarchi | Palazzo del Podestà | Dal 21 gennaio al 6 giugno 2021 Ottone Rosai: nuova luce su un passato di arte e ombre In mostra in provincia di Arezzo una selezione di opere di Ottone Rosai risalenti ventennio tra le due Grandi Guerre.   Corrispondenze sul filo del contemporaneo: Caravaggio, Burri, Pasolini foto | Rovereto | Mart | Dal 10 ottobre al 9 dicembre 2020 Corrispondenze sul filo del contemporaneo: Caravaggio, Burri, Pasolini Epoche lontane tra loro si confrontano al Mart, che propone nuove chiavi di lettura dell’arte italiana, alla ricerca delle connessioni tra la storia, i grandi classici e i linguaggi del XX secolo.   Oltre il museo: Anticipazioni di una grande mostra foto | Anteprime online dal 29 novembre 2020 | Mart - Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto Oltre il museo: Anticipazioni di una grande mostra In anteprima sul web echi di un altro secolo, per continuare a sognare tempi migliori.   Oltre il museo: Fotografie dal MAST foto | Le mostre online della Fondazione MAST di Bologna | Da novembre 2020 Oltre il museo: Fotografie dal MAST Aspettando tempi migliori, è possibile visitare online le mostre fotografiche del MAST di Bologna e scoprirne i contenuti inediti.   L'arte al femminile foto | Le donne nella storia della pittura italiana L'arte al femminile La ricchezza dell’arte al femminile: a partire dal XVII secolo alcune pittrici riescono a farsi conoscere in ambito europeo, scrivendo la storia della pittura italiana.   Monet, gli Impressionisti e i capolavori del Musée Marmottan Monet di Parigi foto | Bologna | Palazzo Albergati | Dal 29 agosto 2020 al 14 febbraio 2021 Monet, gli Impressionisti e i capolavori del Musée Marmottan Monet di Parigi Un’occasione unica per ripercorrere i passi del movimento pittorico più amato al mondo.   Frida Kahlo. Il Caos dentro foto | Milano | Fabbrica del Vapore | Dal 10 ottobre 2020 al 28 marzo 2021 Frida Kahlo. Il Caos dentro Una mostra immersiva ad alto tasso tecnologico dedicata al mondo interiore di una delle figure più iconiche della storia della pittura.