Leonardo da Vinci. La scienza prima della scienza

Leonardo da Vinci. La scienza prima della scienza, Scuderie del Quirinale, Roma

DAL 13/03/2019 AL 30/06/2019

Roma

LUOGO: Roma - Via XXIV Maggio 16 | Museo Scuderie del Quirinale

ENTI PROMOTORI:

ALES, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, Veneranda Biblioteca Ambrosiana con il patrocinio di Leonardo 500

ORARI: Dom - Gio 10 - 20 | Ven - Sab 10 - 22.30 | L’ingresso è consentito fino a un’ora prima dell’orario di chiusura

COSTO DEL BIGLIETTO: Intero 15 € | Ridotto 13 € | Cortesia 2 € | Gratuito fino ai 6 anni | Open 20 € + prevendita 2.50 € (valido per un ingresso in qualunque giorno e orario)

TELEFONO PER INFORMAZIONI: +39 02 9289 7722

E-MAIL: info@scuderiequirinale.it

SITO UFFICIALE: www.scuderiequirinale.it

ARTISTI: Leonardo da Vinci

PROMOTORI: ALES, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, Veneranda Biblioteca Ambrosiana con il patrocinio di Leonardo 500


Le Scuderie del Quirinale in occasione del cinquecentenario  della morte di Leonardo da Vinci con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano e insieme alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana dedicano una mostra al celebre umanista indagando la sua opera secondo le più aggiornate linee  guida museologiche e museografiche, nelle declinazioni legate alla storia dell’ingegneria,  del pensiero, della cultura scientifico-tecnologica. 

Dalla formazione toscana, al soggiorno milanese, fino al tardo periodo romano, la mostra ripercorre l’opera di Leonardo sul fronte tecnologico e scientifico e traccerà le connessioni culturali con i suoi contemporanei, per offrire una visione finalmente ampia di questa grande figura, spesso presentata come genio isolato.

Le sezioni della mostra esploreranno i grandi temi affrontati da Leonardo sul versante del pensiero tecnico e umanistico, al centro del dibattito degli artisti e tecnologi rinascimentali: lo sviluppo di macchine per i grandi cantieri di costruzione, l’utilizzo del disegno e della prospettiva come strumenti di conoscenza e rappresentazione, l’arte della guerra tra tradizione e innovazione, il vagheggiamento di macchine fantastiche come quelle per il volo, la passione per la rappresentazione dell’elemento macchina in quanto tale, l’ideazione di soluzioni negli ambiti del lavoro e della produzione, la riflessione sulla città ideale e lo studio delle vie d’acqua, la riscoperta del mondo classico e una riflessione su come, nel tempo, sia nato e si sia sviluppato il mito di Leonardo.

CAPOLAVORI


FOTO