Fornarina

Raffaello Sanzio, La Fornarina, 1520 circa. olio su tavola, cm 87 x 63 Courtesy Roma, Gallerie Nazionali di Arte Antica

 

INDIRIZZO: Roma, Via delle Quattro Fontane 13

DURATA VISITA: 60

DESCRIZIONE: Si tratterebbe del ritratto di Margherita Luti, figlia di un fornaio di Trastevere, famosa per essere stata l’amante e la modella di Raffaello.
La fanciulla, ritratta seminuda come una Venere, identificazione confermata dal mirto sullo sfondo, pianta sacra alla dea, ha sul braccio sinistro un braccialetto con la scritta Raphael Urbinas. La posa delle mani, una adagiata nel grembo, l’altra sul seno, segue il modello della “Venere pudica” della statuaria classica: un gesto di pudore che tuttavia orienta lo sguardo dell’osservatore proprio su ciò che si vorrebbe nascondere.
Non si ha notizia di chi fosse il committente dell’opera e ciò potrebbe avvalorare l’ipotesi che Raffaello l’abbia dipinta per sé, negli ultimi anni della sua vita.
Il quadro apparteneva già ai primi proprietari del palazzo, gli Sforza di Santafiora, e fu uno dei primi ad essere acquistato dai Barberini.


Il Sogno di Raffaello non si ferma. Su ARTE.it un intero canale dedicato a Raffaello Sanzio nel 500° anniversario dalla morte dell'artista: www.arte.it/raffaello

Notizie


FOTO



MOSTRE


LEGENDA:

opera